menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla Rap test Covid "confortanti": sì ai privati per togliere 2.500 tonnellate di rifiuti, no all'esercito

Sono 13 i netturbini positivi. L'Asp ha garantito lo screening di tutti i 1.800 dipendenti entro martedì. Finora 230 test sierologici processati. E' quanto emerge dal vertice in prefettura, dove si è affrontato il tema della raccolta dell'immondizia rimasta in strada

I dati riguardanti gli esami svolti sul personale della Rap, in cui si è sviluppato un focolaio di coronavirus, sono "confortanti".

Lo afferma la prefettura del capoluogo siciliano in una nota diramata al termine del vertice di stamattina che ha avuto al centro l'emergenza rifiuti scaturita dalla scoperta dei contagi in azienda. "Nessun caso positivo su 230 test sierologici già processati", spiega la prefettura. Il numero degli attuali positivi "già accertati con tampone" è di 13 netturbini. L'Asp ha garantito la massima disponibilità, in tema di tempo e spazi, per garantire lo screening completo di tutti i 1.800 dipendenti entro martedì prossimo.

Sul fronte della raccolta, l'azienda ha già reclutato due aziende private per aiutare gli equipaggi interni a togliere le 2.500 tonnellate di immondizia rimaste in strada. Non è previsto al momento l'impiego dell'esercito. E' quanto trapela dalla Prefettura, che non avrebbe gradito la richiesta d'intervento delle forze armate comunicata da Rap e Comune con una nota stampa. Il motivo? Un allarmismo ingiustificato a fronte di una situazione che non consente di dichiarare lo stato d'emergenza igienico-sanitaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento