menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Camionette della polizia a Carini davanti al Johnny Walker

Camionette della polizia a Carini davanti al Johnny Walker

C'è il primo caso di Coronavirus a Carini: è uno dei "rientrati" dall'estero

Ad annunciarlo è stato il sindaco Giovì Monteleone, che ha anche lanciato un appello: "Cari concittadini, non dobbiamo farci prendere dallo sconforto ma mantenere il sangue freddo"

Riscontrato il primo caso di Coronavirus a Carini. Ad annunciarlo è stato il sindaco della città alle porte di Palermo, Giovì Monteleone. "In queste ore - ha detto - il dirigente responsabile dell’Asp di Carini ci ha comunicato il primo caso di positività nel nostro territorio comunale".

Si tratta di un carinese ritornato dall’estero lo scorso mese di marzo e che aveva effettuato le "normali" comunicazioni, come da ordinanze vigenti, dichiarando di essersi messo in quarantena. "Ho preso contatti con il nostro concittadino riscontrato positivo all’esito del tampone che è stato praticato dall'Asp al termine della quarantena - dice Monteleone - e mi ha riferito che le sue condizioni di salute sono buone. L'ho avvertito, pertanto, di continuare a rimanere a casa isolato e di invitare in via precauzionale all’autoisolamento tutti i familiari e conoscenti che ha eventualmente incontrato. Ho anche avvertito il locale comando della polizia municipale per adottare i provvedimenti di competenza".

Poi il sindaco di Carini lancia un appello: "Cari concittadini, non dobbiamo farci prendere dallo sconforto ma mantenere il sangue freddo. Se abbiamo rispettato e continuiamo a rispettare le regole che ci sono state imposte non abbiamo nulla da temere. Dobbiamo limitare ogni spostamento il più possibile, non esistono più scuse. Tutti coloro che sono in quarantena devono assolutamente rimanere isolati fino alla notizia dell'esito del tampone che l'Asp sta eseguendo su tutti coloro che sono rientrati da fuori regione. Sono certo che tutti possiamo fare dei sacrifici, rinunciare a quel prodotto che ci piace e che ci siamo dimenticati di acquistare, così come evitare di andare fuori dal nostro comune per comperare qualcosa che qui non si trova. Solo con lo sforzo di tutti possiamo risolvere quest’emergenza. Questo è il momento di dimostrare che siamo persone civili e coscienziose, che tengono alla propria salute e a quella dei loro cari e dell’intera comunità carinese
Auguro a tutti una Buona Pasqua che sia una Pasqua di riflessione e rispetto verso noi stessi e il prossimo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento