Cronaca

Coronavirus, al via la prenotazione del vaccino per docenti e collaboratori scolastici

Dal primo marzo la piattaforma consentirà anche a loro di registrarsi per richiedere la prima dose del vaccino. Alle 17 di oggi, in Sicilia, sono state 327.921 le inoculazioni di siero anti Covid. Viale delle Scienze: prime duemila vaccinazioni per il personale Unipa

In Sicilia, dal primo marzo, anche il personale docente e non docente - di tutte le scuole paritarie, regionali e gli enti di formazione Oif (fino alla classe 1956) - potrà prenotare attraverso la piattaforma telematica e gli altri servizi gestiti da Poste italiane per la vaccinazione anti Covid. Dopo la comunicazione degli elenchi da parte dei ministeri competenti alla Regione Siciliana, la possibilità è stata estesa anche i dipendenti over 55 in servizio presso gli istituti scolastici statali dell’Isola.

Proseguono intanto senza sosta le vaccinazioni degli ultraottantenni e dei cittadini che rientrano già nella fasi al momento autorizzate dal piano della struttura commissariale nazionale. Alle 17 di oggi sono state 327.921 le inoculazioni di vaccino anti Covid finora somministrate in Sicilia. In particolare, dal 24 al 26 febbraio, sono state complessivamente effettuate 31.893 vaccinazioni. “Nello specifico, quello di ieri (12.194) risulta essere una delle migliori performance nell'ambito della campagna di massa”, assicurano dalla Regione. Alle 17 di oggi, a poche ore dalla chiusura delle attività di tutti centri, le vaccinazioni effettuate sono invece 12.004. 
 
Domani il presidente della Regione Nello Musumeci presenterà alla stampa l’hub vaccinale realizzato dal dipartimento regionale di Protezione civile presso l'ex mercato ortofrutticolo di Catania. E’ il secondo, dopo quello già in funzione da mercoledì scorso a Palermo, a essere nella disponibilità del sistema sanitario dedicato alle vaccinazioni. I centri provinciali hanno l'obiettivo di implementare la campagna vaccinale di massa.

V-days in viale delle Scienze

"Saranno dumila - tra docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, docenti a contratto e personale tecnico amministrativo e bibliotecario Unipa - ad avere ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca al termine della due giorni di v-days iniziata oggi all’edificio 19 del campus universitario (foto allegate) di viale delle Scienze, dove in sinergia tra il Policlinico e l’Ateneo è stato realizzato un centro vaccinale dedicato.

"Dopo l’avvio dello scorso fine settimana - spiegano dal Policlinico - in cui sono stati vaccinati i primi 350 dipendenti Unipa, che a partire dall’8 marzo saranno impegnati nelle attività didattiche in presenza, e pertanto invitati prioritariamente a manifestare la propria volontà di vaccinarsi, si prosegue con un altro weekend in cui la campagna vaccinale sarà rivolta con la somministrazione del vaccino a tutte le restanti unità di personale “under 65” individuato dal piano vaccinale nazionale e che vedrà in prima linea i medici specializzati in Epidemiologia clinica con registro tumori di Palermo e provincia diretta dal professore Francesco Vitale e della Scuola di specializzazione in Igiene e medicina preventiva".

La programmazione della campagna ha tenuto conto fin dalle prime fasi di definizione delle recenti indicazioni fornite dall’Aifa in merito all’estensione fino ai 65 anni. Nei mesi successivi, secondo la tempistica prevista dal piano vaccinale predisposto dalle autorità competenti a livello nazionale e regionale, la campagna sarà estesa alla popolazione studentesca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al via la prenotazione del vaccino per docenti e collaboratori scolastici

PalermoToday è in caricamento