menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il trasferimento dei pazienti diretti al Civico

Il trasferimento dei pazienti diretti al Civico

Coronavirus, niente posti in Lombardia: volo militare per trasferire due malati al Civico

I due pazienti bergamaschi di 61 e 62 anni, in gravi condizioni, sono atterrati al Falcone-Borsellino. Poi sono stati portati con delle speciali barelle di contenimento in ospedale con un'ambulanza del 118. Razza: "L'Italia è una e indivisibile"

Due bergamaschi contagiati dal Coronavirus sono stati trasferiti con un volo militare a Palermo. Poi un'ambulanza del 118 ha trasportato i due pazienti in gravi condizioni in ospedale. In piena emergenza Covid-19 l'ospedale Civico è arrivato in aiuto offrendo posto ai due che adesso sono ricoverati nel reparto di Rianimazione.

Sono arrivati all'aeroporto Falcone-Borsellino dopo essere scesi dal velivolo dell'Esercito all'interno di una speciale barella di contenimento. Mentre la rete ospedaliera lombarda risulta attualmente al collasso per la pandemia, nelle strutture siciliane ci sono circa dieci pazienti ricoverati e intubati. Una sorta di solidarietà sanitaria per affrontare insieme l'emergenza.

Intanto sale seppur di poco, almeno secondo i dati della Regione, il numero di contagiati di Coronavirus in Sicilia. In totale dall'inizio dell'emergenza nazionale sono 156 le persone trovate positive, 26 in più rispetto a ieri. Quattro invece i guariti. A Palermo aumentano di 4 unità sia i positivi che i ricoverati in ospedale. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi (sabato 14 marzo).

"L'Italia è una e indivisibile, non dobbiamo dimenticarlo - ha detto l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza -. E con la credibilità di chi fa la propria parte chiediamo allo Stato una distribuzione equa dei dispositivi di sicurezza e dei macchinari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento