Covid, il Parco della Salute chiude: "Garantiremo il diritto al gioco solo ai più fragili"

L'area verde intitolata a Livia Morello, dal 21 novembre al 21 dicembre, sarà aperta esclusivamente ai piccoli con disabilità e alle associazioni che fanno sport sociale. L'associazione Vivi Sano: "Vogliamo essere un punto di riferimento per i più fragili"

Il Parco della Salute

Il Parco della Salute chiude agli sportivi per dedicarsi "solo ai più fragili". Vivi Sano, l'associazione che ha riqualificato e gestisce l'area verde del Foro italico, "dal 21 novembre al 21 dicembre dedicherà le proprie attività "esclusivamente alle persone ai bambini disabili e alle associazioni che fanno sport sociale". Un segnale di "cura e accudimento", si legge in una nota, "improntato a un forte senso di responsabilità verso i propri concittadini durante l’emergenza sanitaria senza attendere nuove indicazione da Dpcm o da ordinanze regionali e comunali".

Il parco, intitolato a Livia Morello, rimarrà aperto per essere punto di riferimento - così come avvenuto nella scorsa primavera durante il lockdown - "per le persone che vivono una condizione di fragilità e per le associazioni accreditate che applicano i protocolli per la riduzione del rischio da Covid-19 tramite attività sportiva di base".

Il parco sarà aperto per garantire il diritto al gioco ai minori con disagio che frequentano le scuole sportive sociali, per i bimbi e i giovani con disabilità intellettive, disturbi del neurosviluppo e deficit neurosensoriali e per consentire alle persone con disabilità fisica di svolgere attività motoria a scopo terapeutico. "Il parco intitolato a Livia Morello - dicono da Vivi Sano - si conferma luogo di promozione della salute, struttura socio-assistenziale e socio-sanitaria, gestita dal privato sociale per tutti. Con attività, rese a favore di chi vive una condizione di fragilità, che non prevedono esborso economico da parte delle amministrazioni e che rendono un importante servizio alla comunità".

"Le persone in possesso di certificazione della legge 104/92 - conclude la nota - potranno accedere al parco senza prenotazione come durante lo scorso lockdown, in sinergia con il dipartimento di Salute Mentale, Dipendenze patologiche e Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza dell'Asp. Anche i minori in carico presso i servizi di Npia dell'Asp territoriale potranno fruire del parco in sicurezza presentando richiesta di nulla osta ai servizi".

WhatsApp Image 2020-11-12 at 10.42.17-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento