Virus, infermiere dell'ospedale Cervello positivo: tamponi per il personale del pronto soccorso

Si trova in osservazione nel reparto di Malattie infettive e le sue condizioni generali sono buone. E' il primo caso tra i sanitari di via Trabucco mobilitati per l'emergenza. Sottoposti al test tutti i lavoratori dell'area emergenze, circa 100, inclusi addetti alla vigilanza e inservienti

Per la prima volta dall'inizio dell'emergenza il Covid-19 entra all'ospedale Cervello non per un paziente esterno ma colpendo un sanitario. Un infermiere in servizio al pronto soccorso Covid è risultato positivo. L'uomo da giorni accusava una lieve forma di astenia, poi il test che non ha lasciato dubbi. Adesso è ricoverato in osservazione nel reparto di Malattie infettive e le sue condizioni generali sono buone. E' immediatamente scattato il protocollo di sicurezza e sono stati sottoposti a tampone tutti i lavoratori del Pronto soccorso, inclusi addetti alla vigilanza e inservienti. Su cento test, i primi 80 hanno dato esito negativo.

Coronavirus, in Sicilia continua la discesa: 19 nuovi casi, 5 in provincia di Palermo

La notizia ha scosso il nosocomio di via Trabucco, che finora non aveva registrato alcun contagio tra il personale che lavora in area Covid. La riflessione comune, che riecheggia sottovoce tra le corsie, è che i protocolli sono sempre stati rispettati con rigore. Sono state adottate tutte le misure di sicurezza sia durante i turni, sia negli scampoli di vita privata degli ultimi mesi. Tra i colleghi c'è vicinanza all'infermiere e ai suoi familiari (anche loro sottoposti al test) e l'essere consapevoli che un caso isolato conferma sostanzialmente la bontà degli accorgimentio presi, non basta per non provare amarezza. Al contempo, il laboratorio di Microbiologia ha lavorato a tappe forzate per dare risposte immediate e potere tranquillizzare non solo il personale, ma la città tutta.

"Tutto il personale del pronto soccorso Covid - spiega Walter Messina, direttore generale dell'azienda Villa Sofia-Cervello - è stato sottoposto a tampone. Finora hanno dato tutti esito negativo. Il fatto che sia i familiari sia i colleghi per i quali abbiamo avuto il risultato non risultano contagiati ci rincuora. Significa che le misure di prevenzione adottate hanno funzionato. E' auspicabile che non accadano mai eventi del genere, ma allo stesso tempo è un rischio fisiologico". 

Articolo aggiornato alle ore 21.20 del 2 maggio 2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Cervello, irrompe in un reparto Covid e (senza mascherina) urla ai medici: "Voglio vedere mio padre"

Torna su
PalermoToday è in caricamento