Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Fase 2, Orlando ai palermitani che vivono al Nord: "Non tornate"

Il sindaco ai microfoni di Rai Radio1: "Sì, sono preoccupato, invito a chi è fuori dalla Sicilia ad evitare di venire a Palermo in questo periodo. L'ho fatto pure con una mia nipote che è da due mesi bloccata in una città del Nord Europa"

"Come vedo la Fase 2 da Palermo? Se temo il rischio di un rientro di tante persone dal Nord? Sì, e voglio esprimere molta preoccupazione che, se non trova una risposta, rischia di diventare allarme. Credo sia necessario, fondamentale, rispettare rigorosamente le indicazioni che vengono dagli organi tecnici. E' ora di finirla di fare gli improvvisati virologi". A parlare così è Leoluca Orlando, ai microfoni di Rai Radio1 all'interno di "Radio1 In Viva Voce", condotto da Ilaria Sotis e Claudio De Tommasi.

Il sindaco ha proseguito: "Noi qua a Palermo abbiamo tenuto in queste settimane con grande rigore l'osservanza di quelli che erano i divieti imposti. Devo ringraziare i palermitani, al di là di qualche eccezione che abbiamo prontamente sanzionato, per aver rispettato le regole e consentire a Palermo di essere oggi, tra le grandi città, quella che ha i minor numeri di contagi e decessi. Ma proprio perché abbiamo seguito le regole chiediamo con molta forza al governo nazionale che non annunci un'apertura se, settore per settore, non dice con chiarezza quali sono le regole sanitarie che bisogna rispettare. Perché io credo che i cittadini hanno il diritto di sapere cosa possono fare per poi potersi adeguare".

"Siamo convinti che le aperture dipendano dal come si preparino. Mancano regole certe, settore per settore - ha continuato Orlando -. Le regole sul turismo o sulla ristorazione sono diverse da quelle sui teatri o sui musei. C'è il rischio che si vada incontro a una lenta agonia che produca guasti terribili. Dopo la fase 2 potrebbe tornare la fase 1 per cui noi vogliamo regole certe alle quali attenerci noi e dire ai cittadini di attenersi".

Poi un commento sui rientri dal Nord (si teme infatti una fuga): "Devo invitare tutti coloro che sono fuori dalla Sicilia ad evitare di venire in questo periodo. L'ho fatto pure con una mia nipote che è da due mesi bloccata in una città del Nord Europa. Studiava lì e la scuola è stata chiusa e aspetta pazientemente che si possa allentare la tensione, pur vivendo in una città che è fortemente colpita dal contagio e dai decessi. Io credo che dobbiamo prenderci un momento per la riflessione. Il tema riguarda la salute dei nostri cari, il numero più alto di contagi si registra infatti tra le mura domestiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, Orlando ai palermitani che vivono al Nord: "Non tornate"

PalermoToday è in caricamento