rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Coronavirus, obbligo tampone dopo autoisolamento per chi è rientrato in Sicilia

E' quanto previsto dai provvedimenti adottati dal Governo regionale a seguito dell'arrivo di migliaia di persone dalle cosiddette zone rosse nel Nord Italia e poi per chiunque facesse ingresso nell'Isola per motivi non legati al lavoro

"Si ricorda che tutti i cittadini che sono rientrati in Sicilia da altre regioni o dall'estero e che si sono denunciati per l'autoisolamento presso il proprio domicilio, devono sottoporsi al tampone faringeo finalizzato alla verifica dell'eventuale contagio da Covid-19". E' quanto previsto dai provvedimenti adottati dal Governo regionale a seguito dell'arrivo in Sicilia di migliaia di persone dalle cosiddette zone rosse nel Nord Italia e poi per chiunque facesse ingresso nell'Isola per motivi non legati al lavoro. La raccomandazione è stata inoltrata anche da Palazzo delle Aquile.

I tamponi - come fanno sapere dagli uffici comunali - dovranno essere eseguiti presso le strutture individuate dall'Azienda sanitaria locale che informerà sul luogo e la data dell'appuntamento direttamente gli interessati. "Gli stessi - spiegano dal Comune - dovranno recarsi da soli, con la propria autovettura, curando che non vi sia alcun altro soggetto a bordo e senza mai scendere dal veicolo, affinché il personale incaricato possa procedere al prelievo del materiale organico. I risultati saranno comunicati entro 48 ore.  Qualora sia impossibile per i cittadini interessati recarsi autonomamente presso i centri di prelievo, al momento di contatto con l'ASP ciò dovrà essere comunicato per l'attivazione del prelievo a domicilio".

Cosa prevede l'ordinanza (leggi)

Programma di sanificazione dei locali dell’Asp di Palermo

Domani, giovedì 2, e venerdì 3 aprile rimarranno chiusi a Palermo: CSM 4 di via Marchese di Villabianca 97/B, Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza di via Marchese di Villabianca 95, Centro Vaccinazioni di Piazza Aragonesi, Unità Operativa Veterinaria extraurbana di via Pindemonte 88, Unità Operativa Radioprotezione di via La Loggia (solo giorno 3 aprile) ed in via Carmelo Onorato n. 6 il Dipartimento di Prevenzione, unità operativa territoriale; Dipartimento di Prevenzione Veterinario; Unità Operativa Anagrafe Animale; Unità Operativa Veterinaria urbana; U.O.C. Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina Preventiva; U.O.S. Profilassi Malattie Infettive (Centro Profilattico); U.O.S. Centro Gestionale Screening; UOC Laboratorio di Sanità Pubblica e UOSD Tossicologia e Biochimica via Carmelo Onorato 6.

A Misilmeri, sempre il 2 ed il 3 aprile, la sanificazione interesserà i locali della direzione del distretto, le unità operative distrettuali, il servizio farmacia e l’unità operativa territoriale di prevenzione di Corso Gaetano Scarpello 53; l’ex ambulatorio CSM di via De Gasperi 3; il poliambulatorio di via Medici 31 ed il Centro vaccinazioni di via De Gasperi 6.

Carini rimarranno chiusi il 2 (pomeriggio) ed il 3 aprile i locali del Distretto di Corso Italia 151 e nelle stesse giornate il Consultorio familiare di Cinisi-Terrasini. A Bagheria, sabato 4 aprile, sarà chiuso, sempre per la sanificazione dei locali, il poliambulatorio di via Mattarella 82.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, obbligo tampone dopo autoisolamento per chi è rientrato in Sicilia

PalermoToday è in caricamento