menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Nursind Sicilia: "Chiarire ruolo dell’infermiere nelle unità speciali di assistenza"

Le Usca non prevederebbero questa figura. Il sindacato in una nota inviata all’assessorato alla Salute chiede di "fornire una chiara interpretazione non certo assoggettata alle interpretazioni delle direzioni strategiche"

Le unità speciali per contrastare il coronavirus, le Usca, non prevedono la figura dell’infermiere. Prevedono dei “soggetti” a vario titolo che nei fatti vengono individuati tra gli infermieri che finiscono per svolgere altre mansioni. Lo segnala il Nursind Sicilia che in una nota all’assessorato alla Salute chiede di  “fornire con una nota una chiara interpretazione non certo assoggettata alle interpretazioni delle direzioni strategiche, che hanno introdotto la figura infermieristica, infermieristica/autista e raccoglitore di dispositivi di protezione dismessi”.

Il Nursind chiede inoltre che “da parte delle Direzioni strategiche sarebbe interessante capire ruolo, funzioni ed economie per il personale infermieristico impegnato all’interno dell’Usca, saranno attivate le prestazioni aggiuntive? Sarà riconosciuto l’indennità di riferimento? Sarà fatto un bando di partecipazione volontaria come successo per i medici? Sono stati mobilitati gli infermieri e quindi carenti i servizi dove prima erano assegnati? Si è proceduto ad assunzioni a tempo determinato? Si è proceduto ad assunzioni con pagamento orario e partita iva a 12,77€/ora? Tutto questo appartiene ad una informativa sindacale e ad un programmazione seria e fattiva da parte di chi gli infermieri dovrebbe tutelarli e soprattutto nel rispetto delle regole che il legislatore ha messo in essere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento