Coronavirus, zone rosse per contenere i contagi: la Regione pensa a una nuova ordinanza

Il governo Musumeci pensa di rafforzare le misure anti Covid seguendo il modello adottato nelle strutture della missione Speranza e Carità di Biagio Conte. Nessun blocco totale come durante il lockdown, ma la possibilità di limitare i movimenti in singole strade o quartieri 

Il presidente Nello Musumeci

Zone rosse "ad hoc" e nuove norme comportamentali per limitare i contagi da Coronavirus. In vista del 30 settembre, data in cui scadrà l'ultima ordinanza del presidente Nello Musumeci gestione della pandemia in Sicilia, il governo regionale pensa di rafforzare le misure anti Covid. 

Come? Seguendo il modello adottato nelle quattro strutture della missione Speranza e Carità di Biagio Conte. In fase di rinnovo dell'ordinanza, infatti, potrebbe essere prevista l'attivazione di zone rosse per circoscrivere gli spostamenti dei contagiati. Nessun blocco totale, quanto piuttosto la possibilità di limitare i movimenti in singole strade o quartieri dove si rileva la presenza di un focolaio. Escluse ampie zone rosse come durante il lockdown.

Dopo il confronto con gli altri presidenti di Regione, anche in Sicilia potrebbe essere emessa un'ordinanza con nuove misure comportamentali per arginare il virus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento