menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, AstraZeneca fa paura: "In Sicilia l'80% ha rinunciato a questo vaccino"

Lo ha detto il governatore Nello Musumeci, provando a rassicurare i siciliani: "Abbiano il dovere di credere agli scienziati che dicono che è più pericoloso non vaccinarsi". Per immunizzare più persone in breve tempo, la Regione punta su medici di famiglia e farmacisti

"In Sicilia c'è l'80% di rinuncia del vaccino AstraZeneca. Su 100 persone, 80 dicono di no". A fornire il dato è stato il presidente della Regione, Nello Musumeci, che prova così a rassicurare i siciliani: "E' naturale - ha spiegato il governatore dell'Isola - che la condizione di allarme sia particolarmente elevata, ma abbiano il dovere di credere agli scienziati che dicono che è più pericoloso non vaccinarsi piuttosto che vaccinarsi". 

Con la Sicilia al limite della zona rossa, come preannunciato dallo stesso governatore, la strada per uscire dal tunnel del Coronavirus e accantonare le restrizioni è una sola soluzione: "Immunizzare la comunità siciliana, sottoporla a vaccino ed è quello di cui ci stiamo occupando", ha detto Musumeci.

Per farlo, la Regione punta sui medici di famiglia, già arruolati, e a breve anche sui farmacisti. Dovranno reclutare gli over 80 che si sono ritirati in massa dopo le notizie su alcuni decessi che potrebbero essere effetto della vaccinazione. Il presidente della Regione ha infine annunciato che "a metà aprile è previsto l'arrivo tanto atteso delle prime dosi del vaccino Janssen di Johnson&Johnson, ancora in numero ridotto, ma sarà il primo a dose singola a venire distribuito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento