Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Il virus miete un'altra vittima, piange il mondo della musica: morto Lelio Giannetto

Il contrabbassista e ricercatore musicale, fondatore dell'associazione Curva minore, aveva 59 anni. Da qualche giorno era stato ricoverato per l'aggravamento delle sue condizioni. Tanti i messaggi di cordoglio sui social

Il mondo della musica piange la scomparsa di Lelio Giannetto. Il contrabbassista, compositore, performer e ricercatore musicale è deceduto nella notte, dopo aver combattuto anche lui la battaglia contro il Coronavirus. Il fondatore di Curva minore, associazione per la divulgazione delle musiche innovative, aveva 59 anni ed era stato ricoverato qualche giorno fa per l’aggravamento delle sue condizioni. Durante la sua lunga carriera ha collaborato con tanti musicisti e artisti. Fra questi Gianni Gebbia, Ernst Reijseger, Pino Minafra, Carlo Actis Dato, Fred Frith, Jean-Marc Montera, Hélène Breschand, Thomas Lehn, Hans Koch o ancora, tra gli altri, la coreografa Alessandra Fazzino e il regista Salvo Cuccia.

Tanti i messaggi di cordoglio espressi sui social da chi lo aveva conosciuto e apprezzato. "Una terribile notizia. È venuto a mancare - scrive il regista teatrale Giuseppe Cutino - uno degli uomini più vitali e creativi che abbia mai conosciuto. Un musicista eccezionale, un uomo unico. Addio Lelio Giannetto. Ci mancherai. Tanta musica ancora avremmo voluto e dovuto ancora ascoltare dal tuo meraviglioso contrabbasso”. "Dolore e rabbia per la morte di Lelio Giannetto, musicista sperimentale - dice lo storico del cinema Alessandro Rais - e creativo che ovviamente è difficile e stupido chiudere in una definizione semplicistica come questa. Chi lo ha conosciuto, di persona o anche soltanto 'di suono', non lo scorderà facilmente".

"Se n'è andato un grande artista, ma soprattutto un amico. Lelio - ha dichiarato l'assessore regionale ai Beni Culturali e all'Identità Siciliana Alberto Samonà - è stato uno sperimentatore, un ricercatore, un artista a tutto tondo. La sua ricerca, spaziava dalla musica alla letteratura, dalla filosofia ai nuovi linguaggi. Questa estate con l'assessorato aveva messo in scena 'Cento Sicilie', uno spettacolo ispirato a Gesualdo Bufalino con circa 50 artisti che hanno lavorato nell'area archeologica dei Bagni di Mezzagnone a Santa Croce Camerina: un successo assoluto, replicato qualche giorno dopo nel Parco Archeologico di Selinunte. A novembre avevamo condiviso anche il progetto 'RiEvoluzione' e avevamo già in mente una nuova iniziativa per la prossima estate, per valorizzare aree archeologiche meno conosciute dell'entroterra siciliano. Mi mancheranno le nostre telefonate nelle quali - tu di sinistra e io di destra - ci confrontavamo su temi di attualità, di politica, di filosofia e di arte, trovandoci spesso d'accordo".

"Ho provato grande tristezza - dice il sindaco Leoluca Orlando - nell'apprendere della sua scomparsa, che costituisce una gravissima perdita umana e artistica non solo per la nostra comunità. Lelio è stato un testimone ed un protagonista mite e innovativo, un cultore di leggerezza e bellezza in una città in cammino oltre pesantezze e brutture. Sono vicino, con tutta l'amministrazione comunale, alla famiglia e ai tanti amici con cui ha condiviso il suo splendido cammino di artista".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il virus miete un'altra vittima, piange il mondo della musica: morto Lelio Giannetto

PalermoToday è in caricamento