Coronavirus, morto infermiere della casa di riposo Santissimo Salvatore di via Altarello

Aveva 52 anni. La segreteria regionale della Uiltucs Sicilia si è stretta intorno alla famiglia del dipendente: "Vogliamo capire qual è il protocollo di sicurezza ad oggi seguito e in che modo sia stato applicato"

Il Coronavirus miete un'altra vittima a Palermo. E' morto l'infermiere della casa di riposo Santissimo Salvatore di via Altarello. Aveva 52 anni.
La segreteria regionale della Uiltucs Sicilia si è stretta intorno alla famiglia del dipendente. "Riteniamo sia necessario un confronto con i sindacati - dice Marianna Flauto, segretario regionale Uiltucs - per capire qual è il protocollo di sicurezza ad oggi seguito e in che modo sia stato applicato. Bisogna fare immediatamente chiarezza. Se necessario siamo disponibili subito a studiare e concordare nuove regole per tutelare la salute dei lavoratori e impedire che nuovi contagi mettano a rischio la loro vita".

L'uomo era rimasto contagiato nelle scorse settimane. Era l'unico infermiere che svolgeva servizio nella casa di riposo. Aveva trascorso la quarantena nella sua abitazione, poi però le condizioni si sono aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento