Coronavirus, al Civico morta un'altra ospite della Rsa di Villafrati: è la nona vittima

Si tratta di una 83enne nissena. La donna, già affetta da altre patologie, era stata ricoverata nel reparto di Pneumologia. A Partinico estubata una quarantenne: "Un messaggio di speranza"

(foto archivio)

Nona vittima del Coronavirus tra gli ospiti della Rsa di Villafrati. Una 83enne originaria di Campofranco (Caltanissetta) è deceduta questa mattina nel reparto di Pneumologia dell’ospedale Civico. La donna, che aveva altre patologie pregresse fra le quali anche il morbo Alzheimer, proveniva dal piccolo comune dichiarato "zona rossa" proprio per il focolaio esploso nella struttura sanitaria.

E’ lei l’ultima vittima della pandemia nel Palermitano che ha sviluppato una polmonite che non le ha lasciato scampo. “Purtroppo - spiegano dall’ospedale - aveva un quadro clinico già compromesso e anche una normale influenza avrebbe potuto avere queste conseguenze”. Negli scorsi giorni sono deceduti un 74enne di Termini, ricoverato al “Covid hospital” di Partinico, e l’83enne padre Silvio Buttitta, entrambi trasferiti da Villafrati con le ambulanze del 118.

All'Ospedale dei bambini si festeggia: guariti tutti i bimbi positivi al Covid-19

Invece dopo 8 giorni di ricovero nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Partinico riconvertito per l’emergenza è stata estubata e adesso respira autonomamente una donna di 40 anni, affetta da Coronavirus, ricoverata dai primi di aprile. “Le sue condizioni - spiegano dall’Asp - sono decisamente migliorate e da ieri non è più ‘attaccata’ alle macchine”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ un segnale importante sia dal punto di vista clinico che psicologico. E’ un messaggio di speranza - sottolineano dal “Covid hospital” - anche per i pazienti più gravi. Presto la donna potrebbe lasciare la Terapia intensiva per essere trasferita nel reparto a minore intensità di cura. Attualmente nella struttura gestita dalll’Asp sono due i pazienti ricoverati in terapia intensiva. “Un sentito ringraziamento - ha detto il direttore generale Daniela Faraoni - va a tutto il personale, impegnato in un instancabile lavoro. La notizia del miglioramento delle condizione di salute di una ricoverata ci riempie di gioia e assume anche un valore importante dal punto di vista scientifico perché dimostra che ci sono possibilità di ripresa anche nei casi più gravi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento