rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Contagi alla Missione di Biagio Conte, il Sunia: "Ora accertare le responsabilità"

Il sindacato degli inquilini sulla diffusione dei casi di Coronavirus nelle strutture d'accoglienza: "A nulla sono valsi i nostri appelli alle istituzioni, eppure già l’11 marzo, all'inizio dell'emergenza sanitaria, avevamo richiamato l’attenzione degli organi competenti"

“Le notizie sulla diffusione dei contagi da Covid nelle strutture della missione “Speranza e carità” di  Biagio Conte, che ospitano centinaia di senzatetto e persone bisognose, non possono che aggiungere tristezza e rammarico per quanto è accaduto. Sicuramente 125 contagi sono un numero che incute viva preoccupazione. Il Sunia si augura che le strutture sanitarie siciliane riescano a contenere il propagarsi del fenomeno  e curare le persone ammalate nel più breve tempo possibile, per  garantire il ritorno alla normalità”. A dichiararlo sono i segretari del Sunia Palermo Zaher Darwish e del Sunia Sicilia Giusi Milazzo, che ricordano che il sindacato degli inquilini da tempo, e precisamente dall’11 marzo, all'inizio dell'emergenza sanitaria, ha richiamato l’attenzione degli organi competenti, Asp, Regione Siciliana e sindaci, sulla necessità di contenere i  rischi di contagi dei cittadini in  precarietà abitativa durante la  pandemia e sulla necessità di controlli continui per garantire la sicurezza dei cittadini senza fissa dimora.

“Quanto è avvenuto – aggiungono Zaher Darwish e Giusi Milazzo  - conferma che le misure adottate erano insufficienti a garantire la incolumità e la salute delle persone senza tetto o ospiti nelle strutture di accoglienza e a contenere il fenomeno. Ci chiediamo di accertare le responsabilità di eventuali carenze di attenzione nelle scelte per garantire la sicurezza, la salute e la serenità delle persone”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi alla Missione di Biagio Conte, il Sunia: "Ora accertare le responsabilità"

PalermoToday è in caricamento