menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, lo "scaro" si prepara a riaprire i cancelli: 179 operatori registrati

Il normale svolgimento delle vendite è subordinato al rispetto di una serie di regole, stabilite per unire le esigenze di rifornimento della città e di limitazione degli accessi per il contrasto al Covid-19. Nuove disposizioni anche per il traffico. Cosa cambia

Sono complessivamente 179 gli operatori commerciali che si sono registrati (alle 17.30 di oggi) sul portale del Comune (https://mercati.comune.palermo.it) per l'accesso al mercato ortofrutticolo, oltre ai concessionari, nelle giornate di domani e lunedì. La riapertura dello "scaro" è infatti subordinata al rispetto di una serie di regole, stabilite per unire le esigenze di rifornimento della città e di limitazione degli accessi per il contrasto al Coronavirus.

In particolare, sono già registrati 17 autotrasportatori con tir (su un massimo possibile di 20) e 16 piccoli produttori locali (su un totale di 69) per l'accesso sabato e 146 compratori (su un massimo previsto di 200) per l'accesso lunedì.

"Guerra" agli speculatori del Coronavirus: controlli su prezzi di frutta e verdura

Domani scatterà anche l'ordinanza urgente per la regolamentazione del traffico,  per la quale il Coime sta procedendo alla collocazione dei dissuasori. Il servizio Mobilità Urbana ha stabilito la limitazione della circolazione veicolare sulla carreggiata direzione via dei Cantieri di via Montepellegrino.

In particolare, il provvedimento dispone:

- in piazza Cascino, carreggiata direzione via dei Cantieri, tratto compreso tra via dell’ Autonomia Siciliana e via Montepellegrino: divieto di transito veicolare da mezzanotte alle 17, ad eccezione dei veicoli diretti al Mercato ortofrutticolo, di quelli diretti al Porto, di quelli superiori alle 3.5 tonnellate, di quelli diretti in via Angiò, di quelli diretti all’Astoria Palace Hotel e di quelli dei Residenti delle vie Angiò e Montepellegrino.

Mercato ortofrutticolo: sabato riapertura per grossisti e fornitori, da lunedì la vendita

- in via Montepellegrino, carreggiata direzione via dei Cantieri, intero tratto: divieto di transito veicolare da mezzanotte alle 17 ad eccezione dei veicoli diretti al mercato ortofrutticolo, di quelli diretti al Porto, di quelli superiori alle 3.5 tonnellate, di quelli diretti in via Angiò, di quelli diretti all’Astoria Palace Hotel e di quelli dei residenti delle vie Angiò e Montepellegrino. Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sul lato sinistro della carreggiata dal civico 168 a via Biagio Petrocelli e sui due lati della carreggiata da via Biagio Petrocelli a via dei Cantieri, ad eccezione dei veicoli che devono effettuare le operazioni di carico e scarico delle merci all'interno del Mercato ortofrutticolo. Chiusura con barriere tipo new jersey dei varchi ubicati, a eccezione di una corsia larga 3 metri per consentire l’inversione di marcia in direzione monte: all'altezza del civico 132 (Poste Italiane); all'altezza di via Biagio Petrocelli; all'altezza dell'ingresso principale mercato, con l'aggiunta di barriere amovibili, da aprire in caso di necessità, che integrano quelle fisse.  

Gli ingressi saranno controllati dalle guardie giurate del Coime e dalla polizia municipale col supporto delle altre forze di polizia.

L'apertura straordinaria del sabato ha richiesto una notevole mobilitazione di personale che per il sindaco Leoluca Orlando "è assolutamente necessaria perché si confermi l'impegno del Comune e di tutte le istituzioni coinvolte nel garantire la regolare fornitura di alimenti freschi alla città, nel pieno rispetto delle misure precauzionali contro la diffusione del contagio. Domani un gran numero di dipendenti del Comune, portieri, guardie giurate, agenti di polizia municipale e funzionari sarà impegnato per dare un chiaro segnale di impegno per la città".

Invece di contenere i disagi causati dal mercato ortofrutticolo - commenta il presidente dell'VIII circoscrizione Marco Frasca Polara - con la chiusura di un'intera carreggiata di piazza Cascino e di via Montepellegrino e con  l'istituzione del divieto di sosta su una corsia viene penalizzata ulteriormente la viabilità e vengono mortificati ancora una volta i  residenti. Spiace constatare che la Circoscrizione non è stata mai interpellata in questa vicenda che si sta concludendo nel peggiore dei modi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento