Cronaca

Coronavirus, Orlando stoppa i mercatini: "Senza regole chiare non ripartono"

Lettera del sindaco al governo nazionale, regionale e ai rispettivi dipartimenti di Protezione Civile: "Mercati rionali per loro natura sono luoghi di assembramento. Ad oggi mancano ancora atti formali, istruzioni e indicazioni per regolarne il funzionamento"

Troppi rischi e assenza di regole chiare: il sindaco Leoluca Orlando stoppa i mercatini rionali. Lo fa con una lettera inviata stamattina al governo nazionale, a quello regionale ed ai rispettivi dipartimenti di Protezione Civile. Niente bancarelle quindi da lunedì, fino a quando non arriveranno "provvedimenti chiarificatori" sulle contromisure da adottare per scongiurare il rischio di nuovi contagi.

"A poche ore dalla presunta e da più parti annunciata riapertura alle attività di vendita, mancano ancora atti formali, istruzioni e indicazioni operative circa le prescrizioni da applicare al funzionamento dei mercatini rionali che per loro configurazione e natura sono luoghi di assembramento. Le indiscrezioni fin qui pubblicate dalla stampa riportano esempi di prescrizioni operative che non possono essere messe in atto senza un congruo preavviso, non solo per l'emissione dei necessari atti formali, ma soprattutto per la necessità di approvvigionamento di materiali (transenne, distanziatori, barriere, ecc) e disposizioni di servizio per il personale".

Così scrive il primo cittadino, ricordando inoltre che "il Comune di Palermo ha già predisposto una parte di questo lavoro perché la ripresa delle attività mercatali sia quanto più veloce e sicura possibile, ma in assenza ad oggi dei necessari atti formali, tale ripresa non potrà avvenire. Anche in considerazione del ruolo che i mercati svolgono nella realtà palermitana per la distribuzione capillare nel territorio - conclude - restiamo in attesa dei richiamati provvedimenti chiarificatori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Orlando stoppa i mercatini: "Senza regole chiare non ripartono"

PalermoToday è in caricamento