rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Coronavirus, stop anche ai mercatini: "Troppa folla e rischio contagio"

E' una delle conseguenze delle rigide misure adottate dal governo nazionale col decreto "Resto a casa". I mercati coperti sono equiparati ai centri commerciali mentre quelli all'aperto no perchè non si può regolare l'accesso. Controlli in viale Campania e a Sferracavallo

Stop a mercatini e in generale ai mercati all'aperto. E' un'altra delle conseguenze delle rigide misure adottate dal governo nazionale per fermare la diffusione del nuovo Coronavirus. In queste ore l'esecutivo sta fornendo una serie di chiarimenti relativi al decreto "Resto a casa" che ha trasformato tutta la nazione in "zona protetta" estendendo quindi anche a Palermo i limiti che inizialmente interessavano solo le cosiddette "zone rosse". Il divieto vuole evitare che si creino aree affollate, nelle quali è più facile la diffusione del contagio.

Palermo diventa zona protetta: tutto quello che si può e non si può fare

Il governo ha chiarito che "i mercati coperti in analogia dei centri commerciali o dei supermercati possono restare aperti ad eccezione dei giorni festivi e prefestivi ma devono contingentare le entrate dei clienti per garantirne la distanza di sicurezza. I mercati all’aperto invece devono restare chiusi poiché non sarebbe possibile regolare l’afflusso delle persone".

Coronavirus, autocertificazione: scarica il modulo, chi può spostarsi

La violazione del decreto costituisce reato penale, pertanto i cittadini sono invitati "a non recarsi presso le aree dei mercati e non creare inutili assembramenti". Intanto dalle 5 di questa mattina diverse pattuglie della polizia municipale, con carabinieri e polizia stanno presidiando le zone di viale Campania e di Sferracavallo per impedire l'installazione delle bancarelle. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, stop anche ai mercatini: "Troppa folla e rischio contagio"

PalermoToday è in caricamento