Politeama, le Mascherine Tricolore tornano in piazza: "Stop tasse e sanatoria per le multe"

Quinta settimana di protesta per il movimento: monta la rabbia nei confronti del governo nazionale. "Serve una moratoria per le sanzioni elevate durante l'emergenza Coronavirus e contributi a fondo perduto. A giugno una grande manifestazione nazionale a Roma"

"Sanatoria per tutte le multe elevate durante l’emergenza Coronavirus, stop alle tasse per il 2020, soldi a fondo perduto e finanziamenti immediati che non passino per le banche, un piano di intervento senza precedenti per salvare il turismo". E' quanto chiedono le Mascherine Tricolori, che ieri sono tornate a manifestare anche a Palermo per il quinto sabato di fila. 

"Siamo cittadini, genitori, lavoratori, imprenditori, disoccupati, partite Iva e rappresentanti delle categorie più colpite come ristoratori, albergatori, baristi, imprese di noleggio con conducente, tassisti, edili, ambulanti colpiti dagli effetti del Covid. Ci siamo riuniti da Nord a Sud in maniere pacifica per esprimere la nostra rabbia sacrosanta" si legge in una nota, che annuncia "una grande manifestazione nazionale che si terrà nella capitale a giugno".

Nel mirino il governo nazionale: "Il tricolore è un simbolo di appartenenza, ma la mascherina non può essere considerata un bavaglio alla libertà di espressione e di manifestare il pensiero. Questo esecutivo, incapace e 'schiavo' di Bruxelles, vada a casa e la parola torni al popolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento