Cronaca Marineo

A Marineo focolaio Covid dopo un matrimonio, il sindaco: "Rispettiamo le regole per evitare il peggio"

Il primo cittadino, Francesco Ribaudo, nel corso di una diretta Facebook ha informato i concittadini sull'andamento dei contagi: "Dopo la cerimonia sono stati accertati 20 positivi e ci sono circa 50 persone in quarantena. Inutile accusarsi. Lavoriamo tutti insieme per evitare la zona rossa. E' necessario tornare a comportamenti più responsabili"

Rapido aumento dei casi di Coronavirus a Marineo, in provincia di Palermo. Un matrimonio ha innescato un focolaio. Sposi e invitati si sono sottoposti ai controlli e sono stati individuati 20 positivi mentre 50 persone sono in quarantena. A darne notizia è il sindaco Francesco Ribaudo, nel corso di un diretta Facebook organizzata per informare i concittadini sulla situazione e per richiamarli a un maggiore rispetto delle regole.

sindaco marineo-2"Dopo il matrimonio celebrato la settimana scorsa - spiega - sono stati eseguiti tanti tamponi. La ventina di positivi accertati si somma ai casi già presenti. Noi non siamo mai stati zona rossa, perché abbiamo sempre controllato la situazione e reagito. Dichiararla adesso sarebbe un danno per le attività commerciali, ma se necessario lo faremo. Per evitarlo è necessario che tutti rispettiamo le regole: indossiamo le mascherine, teniamo le distanze, rispettiamo la quarantena se necessario. Ho disposto con decorrenza immediata maggiori controlli. Dobbiamo rimettere le mascherine anche all'aperto".

Ribaudo invita i concittadini "a collaborare tutti insieme" e attacca "chi ci critica per le norme severe e dice che vogliamo spaventare. A queste persone dico di andare negli ospedali di Palermo, vedere i ricoverati e le difficoltà di chi sta male". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Marineo focolaio Covid dopo un matrimonio, il sindaco: "Rispettiamo le regole per evitare il peggio"

PalermoToday è in caricamento