menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia di Federconsumatori: "Con la pandemia malati cronici e gravi abbandonati a loro stessi"

L'intasamento delle strutture sanitarie conseguente alla diffusione del Covid impedisce a tanti pazienti con altre patologie di accedere alle cure e agli ospedali: "Chi non ha i mezzi non può neppure rivolgersi alle cliniche private, occorre garantire l'assistenza a tutti"

Uno dei riflessi più gravi della pandemia è quello legato all'intasamento degli ospedali che impedisce a malati cronici o con gravi patologie di accedere alle strutture, di fare controlli ed esami, visto che è necessario garantire un corsia preferenziale a chi contrae il Covid. Federconsumatori Palermo lancia l'allarme sulle condizioni di "abbandono in cui vengono lasciati questi pazienti ormai da un anno".

Con l'emergenza sanitaria "interi reparti ospedalieri sono stati convertiti in centri Covid e le restrizioni per contenere i contagi hanno fatto il resto: sono saltati turni, prenotazioni, interventi programmati. I malati cronici o con gravi patologie, che hanno bisogno di controlli o specifiche terapie, in alcuni casi salvavita, sono stati letteralmente abbandonati al loro destino" denuncia l'associazione dei consumatori. E rimarca "prima, pur tra mille precarietà, il sistema sanitario riusciva a garantire visite specialistiche e terapie. Da dodici mesi gli ammalati sono invece costretti a lunghissime attese per riuscire ad ottenere una prestazione specialistica".

Il presidente di Federconsumatori Palermo, Lillo Vizzini spiega: "Chi non ha la possibilità economica di farsi seguire dallo specialista privatamente rinuncia a curarsi e con la profonda crisi che attanaglia le famiglie, non curarsi è una scelta obbligata. Spesso i malati ci chiedono di far rateizzare loro la bolletta della luce, in quanto impossibilitati a pagarla". E conclude: "Con la pandemia si è acuita la grave crisi in cui versa la sanità pubblica. Anni di continui tagli alle risorse destinate alla assistenza sanitaria, le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. È inderogabile, pur mantenendo alta l'attenzione sul fronte Covid, garantire un'adeguata risposta assistenziale alla domanda da parte di chi soffre di altre patologie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento