Un anno dal lockdown nazionale, La Piana (Cisl): "Lavorare insieme per rialzarci"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Un anno fa l’Italia venne dichiarata zona rossa, un lockdown nazionale che sospese le vite di tutti, da allora tanti momenti bui, e ancora tante sono le difficoltà da affrontare nei nostri territori in piena emergenza pandemica e in crisi economica".

Ad affermarlo è Leonardo La Piana, segretario generale Cisl Palermo Trapani, che aggiunge: "Da allora nulla è come prima, ma siamo convinti che tutti insieme, parti sociali, cittadini, lavoratori, pensionati, imprenditori, istituzioni, e intensificando la campagna vaccinale, possiamo cambiare le cose in modo da poter tornare alle nostre vite, a riabbracciarci, ad imprimere la svolta che tanto serve al Paese".

"Alle troppe vittime del virus va il nostro pensiero e alle loro famiglie la nostra vicinanza. Per rinascere, bisogna lavorare in sinergia riavviare le nostre economie partendo dalle eccellenze, e da progetti certi che colmino i gap infrastrutturali che ancora condizionano le nostre città. Servono politiche sociali concrete per contrastare in modo strutturale le nuove povertà legate proprio alla pandemia, e bisogna garantire la presenza dello Stato in tutte quelle condizioni di disagio sociale ed economico che possano agevolare la criminalità organizzata nell’intento di riprendere vigore, in territori fragili come i nostri. È una strada complicata e difficile, ma alla fine, la speranza deve essere più forte della rassegnazione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento