Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Posti in terapia intensiva, Razza: "Abbiamo allineato i dati e chiesto verifica"

Le parole dell'assessore alla Salute: "Non voglio alimentare polemiche ma penso che se il direttore generale del mio assessorato abbia richiamato tutti alla responsabilità, credo che abbia fatto il suo dovere"

 

"Abbiamo chiesto al ministero di verificare i dati perché abbiamo il dovere di trasmettere la verità ai cittadini. Sul numero dei posti di terapia intensiva abbiamo allineato i dati e abbiamo chiesto alla società italiana di anestesia e rianimazione di certificare semplicemente la realtà, ossia che ciò che è scritto nelle nostre piattaforme sia vero e in linea con i parametri ministeriali”. Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza durante un incontro con la stampa tenutosi stamattina presso il palazzo della Regione Siciliana a Catania.

"Non voglio alimentare polemiche – ha commentato – ma penso che se il direttore generale del mio assessorato abbia richiamato tutti alla responsabilità credo che abbia fatto il suo dovere. I cittadini devono essere consapevoli del fatto che in questo periodo di emergenza siamo stati chiamati a gestire una situazione senza precedenti e nonostante ciò nessun cittadino siciliano è stato portato in altre regioni per ricevere le cure. Oggi ho la responsabilità di guidare il comparto più difficile dell'amministrazione regionale, capisco la polemica politica e sindacale, ma il nostro compito è quello di portare la nostra Regione fuori dall'emergenza. Sulla capacità operativa del nostro sistema sanitario ricade anche la responsabilità di consentire alle attività produttive di non fermarsi".

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento