Coronavirus, la Fials Sicilia: "Consentire il lavoro a domicilio per gli amministrativi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Una direttiva per consentire il lavoro a domicilio del personale non sanitario delle aziende siciliane". È la richiesta a firma di Sandro Idonea, segretario regionale della Fials-Confsal, che ha inviato una nota all’assessorato regionale alla Salute auspicando misure in favore degli amministrativi. Lo stop alle lezioni ha infatti messo in difficoltà le famiglie e per questa platea di lavoratori la Fials propone alcune misure per agevolare la situazione. “In relazione alla grave epidemia di coronavirus – dice Idonea – si chiede di esaminare l’opportunità di emanare apposita direttiva finalizzata a consentire il lavoro a domicilio del personale non sanitario in forza alle aziende della Sicilia. Questa misura – prosegue la Fials - a prescindere dalla chiusura delle scuole e dalle conseguenti difficoltà delle lavoratrici madri e padri, consentirebbe di contenere e limitare i possibili focolai di contagio”. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento