Coronavirus, positivi 5 pazienti e un'infermiera: clinica Villa Maria Eleonora in quarantena

I tamponi hanno confermato il contagio di alcuni degenti. Una donna di 73 anni, è stata portata al Covid hospital di Partinico per una polmonite. La struttura di viale Regione è stata blindata, test per tutto il personale

Il Maria Eleonora Hospital

Maria Eleonora Hospital: "A disposizione 30 posti letto per pazienti non Covid-19"
„AlmenoA
Almeno 5 pazienti e un'infermiera del Maria Eleonora Hospital sono risultati positivi al Coronavirus. Terminata la coltura è arrivata la conferma sui tamponi dal laboratorio del Policlinico ai quali sono stati sottoposti alcuni pazienti della struttura di viale Regione Siciliana accreditata con il servizio sanitario nazionale. Un piccolo focolaio è scoppiato all'interno della clinica centro di riferimento per la Cardiochirurgia e inserita nella "rete dell'infarto". La struttura è stata messa in quarantena e tutto il personale è stato sottoposto ad accertamenti per il Covid-19.

Due giorni fa una paziente ricoverata lì da circa due mesi, una donna di 73 anni che aveva subito un'operazione chirurgica, è stata portata con un'ambulanza di contenimento al Covid hospital di Partinico per un principio di polmonite dopo essere risultata positiva al tampone. Le sue condizioni si sono pian piano aggravate ed è stato necessario intubarla per ricoverarla in Terapia intensiva. Poi gli altri pazienti "già ricoverati in stanze singole. Si è comunque proceduto - precisa la direzione del Maria Eleonora Hospital - a isolarli e sanificare il reparto e altri ambienti".

L'infermiera risultata positiva invece si trova in isolamento domiciliare. L'Asp ha disposto tamponi per il resto dei sanitari, 19 in tutto più 8 amministrativi, in servizio negli ultimi giorni al Maria Eleonora Hospital che da ieri si trovano rinchiusi all'interno della clinica. Medici e operatori che non erano di turno ieri invece sono stati posti in quarantena obbligatoria a casa.

"A scopo preventivo e in accordo con le istituzioni - si legge ancora in una nota - il personale al momento non in servizio, i pazienti dimessi dal 19 marzo e i loro famigliari sono stati contattati per essere sottoposti a tampone. La Direzione rende noto inoltre che a partire dal 19 marzo sono state sospese le visite dei famigliari. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria e sino alla data del 19 marzo, le visite erano consentite nella misura di un famigliare alla volta per paziente per un massimo di 15 minuti di permanenza nella struttura corredati di tutti i dispositivi di protezione individuale necessari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine di marzo, in relazione all'emergenza legata alla gestione della diffusione del virus Covid-19, il Maria Eleonora Hospital di Palermo si era reso disponibile a svolgere attività di cardiochirurgia e chirurgia vascolare in urgenza su pazienti provenienti dal pubblico con équipe interna. "La struttura - si leggeva in una nota - mette a disposizione 30 posti letto non Covid-19, in modo da ridurre la pressione sulle strutture pubbliche mediante trasferimento e presa in carico di pazienti di degenza ordinaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, violento scontro sulla Statale: un morto

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Il pm di Lecco Laura Siani trovata morta in casa, aveva lavorato anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento