menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Civico, salgono a 19 i casi positivi tra i medici e gli infermieri

Parla il vicesegretario regionale del Cimo: "Se i posti di terapia intensiva e sub-intensiva annunciati dovessero rimanere solo 'virtuali' presto ci si troverà a scegliere chi salvare e chi no"

Salgono a 19 i casi di Covid-19 tra i medici e gli infermieri dell'ospedale Civico di Palermo. Un focolaio è stato scoperto al pronto soccorso del nosocomio, dove sino a stamattina, denuncia il sindacato dei medici ospedalieri Cimo, c'erano circa 40 pazienti. Tra di loro anche uno dei 19 sanitari risultato positivo ricoverato con un'insufficienza respiratoria. "Se esistessero davvero i posti letto annunciati sulla stampa - dice all'Adnkronos Angelo Collodoro, vice segretario regionale Cimo -, allora questi pazienti, tutti in ventilazione, sarebbero già stati trasferiti. Siamo davanti all'ennesima finzione della politica". 

La loro presenza al pronto soccorso, che "non è un reparto attrezzato", di così tanti casi positivi fa sì che "gli operatori lavorino in un'area perennemente infetta". "Qualche giorno fa - racconta ancora Collodoro - è andato in tilt il sistema che eroga l'ossigeno perché l'area di emergenza non è strutturata per accogliere così tante persone collegate alle macchine. Se il meccanismo dovesse andare in blocco si rischierebbe una strage".

Allo stesso modo per il vicesegretario regionale del Cimo "se i posti di terapia intensiva e sub-intensiva annunciati dovessero rimanere virtuali presto ci si troverà a scegliere chi salvare e chi no. Siamo davanti a un disastro organizzato". 

fonte: Adnkronos

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento