rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Cinisi

Cinisi, focolaio Covid in una comunità per disabili: sette positivi tra ospiti e personale

Gli utenti della struttura, gestita dalla Cooperativa Iside, sono in tutto dieci. Quelli che hanno contratto il virus sono stati isolati. Una donna è stata trasferita all'ospedale di Partinico. L'appello del presidente Giorgio Scorsone: "Vaccinare subito i quattro negativi e i dipendenti"

Focolaio Covid all'interno di una comunità alloggio per disabili psichici a Cinisi. Sei ospiti su dieci, più un dipendente della struttura, gestita dalla Cooperativa Iside, con sede in contrada Piano Peri, hanno contratto il virus. "Ieri abbiamo fatto i test rapidi privatamente perchè martedì - racconta a PalermoToday Giorgio Scorsone, presidente della Cooperativa Iside - uno dei nostri ragazzi aveva la febbre a 37.7. Essendo risultato positivo, lo abbiamo fatto anche a tutti gli altri". Così sono stati scoperti i primi sei casi. 

Oggi una delle ospiti è stata ricoverata al centro Covid a Partinico. "Abbiamo misurato la saturazione ed era sotto i 90 (85, 86) quindi molto bassa. Abbiamo quindi chiamato il medico curante e il 118 che tempestivamente sono venuti. L'utente è stata poi trasferita". Gli altri ospiti contagiati dal Coronavirus sono ancora all'interno della struttura. "Li abbiamo trasferiti - spiega Scorsone - in due appartamenti al primo superiore e isolati dagli altri". 

Al momento sono quindi quattro gli ospiti negativi. "Sarebbe bello - dichiara il presidente della Cooperativa - se nel frattempo si riuscisse a vaccinare almeno loro, insieme al personale. La nostra è una struttura aperta dove gli ospiti escono e rientrano è quindi importante vaccinarli. Parliamo sempre di disabili psichici che vanno in giro da soli con indosso la mascherina, ma magari una volta fuori la abbassano". 

La cooperativa Iside gestisce anche altre strutture nel Palermitano. A Chiusa Sclafani, per esempio, si occupano di una casa per anziani dove sono stati fatti dall'Asp i tamponi prima e i vaccini poi. "A Cinisi, dove ospitiamo sia giovani che meno giovani, è da circa un anno che facciamo privatamente i tamponi ogni volta che - conclude Scorsone - c'era un caso sospetto o anche semplicemente per monitorare la situazione della struttura. Chiediamo all'assessore Razza di intervenire affinchè anche questa categoria di utenti venga vaccinata".

All'interno del residence che ospita la struttura c'è anche la comunità alloggio per anziani "Dolce vita". "Quasi due mesi fa il Comune - dice il presidente Tony Mancino - ci ha chiesto i nominativi di ospiti e personale pechè l'Asp voleva sapere quanti eravamo per fare i vaccini. Noi abbiamo fornito tutte le informazioni e siamo certi che il sindaco Palazzolo ha mandato l'elenco, ma nessuno ancora ci ha contattato. I nostri utenti sono dieci, al momento non ci sono positivi, ma siamo preoccupati per l'accaduto". "La situazione è allarmante - dichiara il sindaco Giangiacomo Palazzolo - e si poteva evitare: gli ospiti avrebbero dovuto avere la priorità nella campagna vaccinale in corso. Ho allertato i vertici dell'Asp".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi, focolaio Covid in una comunità per disabili: sette positivi tra ospiti e personale

PalermoToday è in caricamento