menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Ferrandelli in veste di volontario

Fabrizio Ferrandelli in veste di volontario

Coronavirus, Ferrandelli: "Allo Zen ho visto che giocano a calcio come se nulla fosse"

Così l'esponente nazionale di Più Europa: "Molti a spasso e controlli in sofferenza, a Ballaró tra i banchi vuoti del mercato decine di persone giocano a carte creando assembramenti. Attiviamoci con volontariato istituzionale"

“Lancio un appello alla cittadinanza chiedendo di non vanificare gli sforzi restando a casa e, allo stesso tempo, richiedo l’attivazione del volontariato istituzionale aggiuntivo che sia di supporto, ampliamento e potenziamento dei servizi e delle misure già messe in campo dal Comune”. Così Fabrizio Ferrandelli esponente nazionale di Più Europa in una nota.

“L’istituzione del coordinamento cittadino interforze, più volte da me sollecitato nell’ultimo mese, sarebbe di grande efficacia. Nelle scorse ore, da volontario di una delle tante associazioni di protezione civile che si sono attivate in queste settimane, ho verificato che ancora troppe persone stanno per strada e non rispettano le prescrizioni. Al contempo – precisa Ferrandelli - nonostante l’immenso sforzo delle forze di polizia e della municipale in testa, il territorio non è sufficientemente controllato.

Ieri, allo Zen ho trovato una partita di calcio in atto come se nulla fosse; a Ballaró tra i banchi vuoti del mercato decine di persone giocavano a carte creando assembramenti; in via Maqueda si passeggiava con disinvoltura e a Borgo Vecchio la piazza era frequentata anche da minori che, con tutta probabilità, erano assoldati per altri interessi. Da altre parti della città fioccano segnalazioni e non è facile coprire un territorio così vasto.

Ho avuto modo, nel corso di una fitta corrispondenza ufficiale con dirigenti, capi area, segretario generale e capo di gabinetto del sindaco, di rappresentare la necessità e l’urgenza dell’attivazione di misure straordinarie di potenziamento e sostegno di sensibilizzazione e controllo del territorio. Anche nell’espletamento della funzione di controllo propria di ogni rappresentante delle istituzioni.

E in effetti lo stesso Segretario generale ha inquadrato le mie reiterate richieste - continua Ferrandelli- “ nell'ottica della valorizzazione del "volontariato istituzionale" - proveniente dunque da soggetti che esercitano una carica pubblica  in funzione di attuazione di una peculiare forma di sussidiarietà orizzontale.

Auspico che possa attuarsi al più presto, visto lo stato di emergenza dichiarata con provvedimento governativo del 31 gennaio 2020 e successiva normativa attuativa e di dettaglio, che suggerisce, con tutte le opportune cautele, di avvalersi di quegli apporti che possano consentire la corretta implementazione delle attività comunali, vieppiù se salvaguardate da idonee dispense di responsabilità in capo all'Amministrazione e di esborso di risorse pubbliche. È alla sensibilità di tutti i miei colleghi consiglieri che faccio appello - conclude Ferrandelli- certo che non resterò inascoltato: sbracciamoci!”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento