Ferragosto, l'ordinanza anti Covid di Orlando: "No ai falò e all'alcol"

Obiettivo del provvedimento firmato dal sindaco è quello di limitare i rischi di contagio. I divieti sono stati stabiliti dopo le indicazioni emerse ieri nel corso di un incontro svolto in Prefettura

Divieto assoluto di falò nelle spiagge a Ferragosto, stop alla vendita da asporto e al consumo di alcolici in riva al mare, ma anche in tutto il territorio cittadino nei contenitori di vetro.  E' quanto stabilisce un'ordinanza anti assembramenti del sindaco Leoluca Orlando, che ha l'obiettivo di limitare il rischio di contagi da Coronavirus e al tempo stesso tutelare il decoro nel giorno clou dell'estate.

Il provvedimento del primo cittadino, ameanato dopo una riunione di ieri in prefettura, vieta anche lo "svolgimento di manifestazioni pubbliche o eventi aggregativi in aree demaniali": ciò al fine di scoraggiare concentrazioni di persone proprio nelle spiagge, dove viene messo al bando non solo la possibilità di fare i falò e consumare alcolici ma anche di installare tende. Chi vorrà bere un drink potrà farlo solo nei locali e non in contenitori di vetro. 

I divieti scatteranno venerdì alle 19 e saranno in vigore fino alle 7 del giorno di Ferragosto e dalle 19 alle 24 sempre del 15 agosto. Nelle spiagge, si legge nell'ordinanza "sono vietate la vendita e il consumo di bevande alcoliche dalle 19 del 14 agosto alle 24 del 15 agosto. Nelle medesime date e orari - in tutto il territorio cittadino - è vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche, nonchè di bevande analcoliche in contenitori di vetro, ferma restando la possibilità di effettuare il consumo sul posto presso gli esercizi a tal fine autorizzati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come previsto dalla recente ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, la violazione delle norme comporterà, laddove non costituisca più grave reato, sanzioni amministrative per gli importi massimi previsti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento