Più forze dell'ordine contro gli assembramenti: controlli da Mondello al Foro italico

Dopo l'ira del sindaco, che minaccia di chiudere le aree pubbliche prese d'assalto, meno gente in giro. Aumentano le verifiche per far rispettare le norme anti Coronavirus. Distanziamento non sempre rispettato, qualcuno è stato "pizzicato" in spiaggia a prendere la tintarella

Controlli sulla spiaggia di Mondello

Poca gente sulla spiaggia di Mondello, ieri presa d'assalto; molte più persone - complice un'altra bella giornata - al Foro italico. Dopo gli assembramenti che hanno scatenato l'ira del sindaco Leoluca Orlando, pronto "a chiudere tutto", sono aumentati i controlli e i posti di blocco da parte delle forze dell'ordine. 

Polizia e carabinieri, schierati per far rispettare il più possibile le regole anti Coronavirus, hanno presidiato i luoghi pubblici della città, soprattutto le mete preferite dai palermitani. Come Mondello, dove qualcuno è stato "pizzicato" a pendere la tintarella. Nella spiaggia della borgata marinara però non si sono viste le stesse scene di ieri; le persone si sono accontentate di una passeggiata sui marciapiedi del lungomare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non sempre rispettando il distanziamento sociale. Idem al Foro italico, frequentato stamattina non solo da sportivi ma anche da chi è andato in cerca di qualche ora di relax. "Forse non è chiaro - ha detto il sindaco Orlanfo - che basta un semplice ritorno all’aumento dei casi positivi perchè si torni al blocco totale di ogni attività economica e sociale. Con conseguenze difficilmente immaginabili. Di fronte a questi comportamenti gravissimi e di fronte al loro numero spropositato, con decine di migliaia di persone a spasso, non ci sono controlli che possano tenere, non c'è presenza di forze dell’ordine che possa prevenire e reprimere. Abbiamo voluto e dovevamo testare il senso di responsabilità dei cittadini. Ma se, come sembra, non c'è questa assunzione di responsabilità, sarà necessario già nelle prossime ore, d'intesa con le competenti autorità e con le stesse forze dell'ordine, un provvedimento drastico di inibizione dell'accesso alle aree pubbliche che oggi sono state prese d'assalto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento