Coronavirus, la famiglia di Boris Giuliano dona ventilatori polmonari al Policlinico

I figli del capo della Squadra Mobile ucciso dalla mafia nel 1979 spiegano così il gesto: "Papà amava questa terra"

La famiglia di Giorgio Boris Giuliano, il capo della Squadra mobile di Palermo ucciso da Cosa nostra il 21 luglio 1979, ha donato due ventilatori polmonari al Reparto di Pneumologia Covid del Policlinico di Palermo, diretto dal professor Nicola Scichilone.

Un gesto deciso, dalla moglie e dai figli di Giuliano, "per contribuire all'assistenza ai pazienti affetti da Covid -19". La donazione è stata fatta dai familiari del poliziotto per ricordare "quanto Giorgio Boris Giuliano amasse questa terra" e quanto "fosse sensibile, generoso e attento verso i bisogni di tutte le persone che soffrono".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: Adnkronos.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento