Cronaca

"Coronavirus: estensione dell'indennità di rischio malattie infettive a tutto il personale sanitario del Policlinico"

A chiederlo è Giovanni Madonia, Coordinatore provinciale dello Snals-Confsal, che parla di potenziale rischio di contagio di tutti gli operatori sanitari, anche a causa di possibili pazienti asintomatici.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Emergenza Coronavirus, estendere l'indennità di rischio malattie infettive a tutto il personale sanitario del Policlinico. A chiederlo è Giovanni Madonia, coordinatore provinciale dello Snals-Confsal, che parla di potenziale rischio di contagio di tutti gli operatori sanitari, anche a causa di possibili pazienti asintomatici.

"La crisi sanitaria pandemica, che attualmente stiamo attraversando - si legge nella nota - sta determinando l’esposizione degli operatori sanitari del Policlinico di Palermo al rischio di contagio da Covid-19, e questo a prescindere dall’unità operativa di afferenza. La suddetta condizione potrebbe verificarsi in qualsiasi momento, in quanto ogni paziente che accede alle cure del nostro Ospedale rappresenterebbe un potenziale soggetto infetto dal Coronavirus (ad esempio vedasi i cosiddetti asintomatici), e di conseguenza un rischioso veicolo di infezione. Inoltre, la natura infettiva della Covid-19 è stata comprovata dalle misure straordinarie, messe in atto dal nostro governo, che hanno posto in isolamento sociale l’intera popolazione italiana. La suddetta richiesta, espressa in oggetto, trova un forte riscontro nel Testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro - D.Lgs. 81/2008 - in quanto l’indennità scatta quando l’attività lavorativa è a rischio di agenti biologici che possano creare rischi per la salute dei Lavoratori".

"Il personale dell’AOUP di Palermo chiaramente si trova a operare nel sopra descritto contesto, che potrebbe coinvolgere anche le proprie famiglie, ma con estremo senso di orgoglio, con sacrifico e spirito di servizio continuano ad agire secondo il proprio mandato professionale. Si evidenzia, purtroppo, che la probabilità del rischio di infezione aumenti poichè vi è in essere una carente disponibilità di dispositivi di protezione individuale, causato anche da un fantomatico piano di contingenza rischio di prevenzione delle pandemie mai attuato. Pertanto, alla luce di quanto sopra rappresentato, per quanto previsto dal D.Lgs. n.18/2020 al Titolo I art. 1, in merito alle misure di potenziamento del SSN - Finanziamento aggiuntivo per incentivi in favore del personale dipendente del Servizio sanitario nazionale – e ai sensi dei CCNNL delle diverse aree contrattuali attualmente vigenti, chiediamo l’immediata estensione e corresponsione a tutto il personale sanitario del Policlinico di Palermo dell’indennità di rischio malattie infettive, con decorrenza 31/01/2020, ovvero la data in cui il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coronavirus: estensione dell'indennità di rischio malattie infettive a tutto il personale sanitario del Policlinico"

PalermoToday è in caricamento