menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esercito in campo contro il virus, Lancieri di Aosta donano 9 mila euro alla Protezione civile siciliana

Nell'ambito di questa iniziativa la caserma Cascino, sede del reggimento, è stata illuminata con il tricolore "con un effetto visivo di grande impatto per la città di Palermo che durerà sino al 24 giugno"

Nei giorni del Coronavirus anche il personale dell'esercito del Reggimento “Lancieri di Aosta” ha voluto dimostrare la vicinanza ai più bisognosi, devolvendo fondi da destinare alla campagna benefica della Regione Sicilia “Aiuta chi ti aiuta”, utili a sostenere i cittadini privi di reddito e ammortizzatori sociali, particolarmente in difficoltà in questo periodo di emergenza causato dalla pandemia da Covid-19.

Una gara di solidarietà scattata su base volontaria da parte dei Rossi Lancieri, così chiamati per tradizione storica i cavalieri palermitani della Brigata “Aosta”, che ha consentito in una settimana di raccogliere la cifra di 9.345 euro. Ciò permetterà alla Protezione Civile siciliana, di far fronte alle misure urgenti in tema di fabbisogni alimentari, dispositivi di protezione individuale e per il contrasto alla povertà educativa della popolazione meno abbiente dell’isola.

"L’iniziativa, che ha permesso di raggiungere l’importante somma di denaro - si legge in una nota - è stata chiusa nella ricorrenza della solennità di San Giorgio, Santo Patrono dell’Arma di Cavalleria, come simbolico gesto di soccorso dei militari dell’Esercito nei confronti dei più deboli. Nella circostanza, la caserma “Generale Antonino Cascino”, sede del reggimento, è stata illuminata con il tricolore, con un effetto visivo di grande impatto per la città di Palermo che durerà sino al 24 giugno, giorno in cui sarà celebrata la festa di corpo dell’unità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento