menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Classi con non più di 15 alunni", Anief propone emendamento al decreto Scuola

Coniugare sicurezza e diritto allo studio: questa la richiesta del sindacato che, attraverso il presidente Marcello Pacifico, sostiene la necessità di "disposizioni urgenti per adeguare i meccanismi di distanziamento sociale e prevenire la diffusione del virus"

"Classi con non più di 15 alunni". E' quanto chiede l'Anief con un emendamento proposto alla commissione Cultura del Senato che si accinge ad esaminare il decreto legge sulla Scuola, già approvato dal Consiglio dei ministri e ora in Parlamento per la conversione in legge.

A maggio scuole chiuse, Lagalla: "Un problema far rispettare distanze"

Coniugare sicurezza e diritto allo studio: questa la richiesta del sindacato, che motiva così la necessità di una modifica al decreto Scuola: "L’attuale stato emergenziale obbliga l’amministrazione scolastica a prendere disposizioni urgenti nella formazione delle classi al fine di adeguare i meccanismi di distanziamento sociale per la prevenzione della diffusione del virus".

"Ridurre il numero massimo di alunni per classe garantirebbe infatti sicurezza, igiene e vivibilità degli ambienti di apprendimento" afferma Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, secondo cui "il miglioramento del rapporto alunni-docenti è fondamentale per avere ricadute positive sulla didattica e sull’apprendimento degli alunni, perché consentirebbe di assicurare agli allievi degli ambienti certamente idonei allo svolgimento delle attività, ma anche laboratori e aree comuni di condivisione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento