menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ryanair ferma gli aerei per il Coronavirus: stop anche ai voli da e per Palermo

La compagnia low cost ha deciso la serrata totale per l'emergenza Covid-19. Interessati tutti gli scali italiani. Sospese, con tempi diversi, le tratte nazionali e internazionali fino all'8 aprile. Come avere il rimborso

Niente partenze e niente arrivi targati Ryanair a Palermo, come nel resto d'Italia. La compagnia low cost ha deciso la serrata totale per l'emergenza Covid-19. Dalle 24 di mercoledì 11 marzo fino alle 24 di mercoledì 8 aprile, Ryanair sospenderà tutti i voli nazionali italiani. Dalle 24 di venerdì 13 marzo fino alle 24 di mercoledì 8 aprile, Ryanair sospenderà tutti i voli internazionali da/per l'Italia.

"Tutti i passeggeri interessati - si legge in una nota - riceveranno notifiche via email nella giornata di oggi, con le informazioni su queste cancellazioni. I viaggiatori che hanno l'esigenza di rimpatriare possono ottenere un cambio gratuito per un volo Ryanair precedente a quello prenotato e operante fino alla mezzanotte di venerdì 13 marzo. I clienti interessati da queste cancellazioni potranno scegliere tra un rimborso completo o un credito di viaggio che potrà essere riscattato sui voli Ryanair nei prossimi 12 mesi". (Come avere informazioni e rimborso)

A marzo niente voli da Palermo per le Marche

Quella di Ryanair è una presenza che "pesa" sullo scalo palermitano. Solo per la giornata di sabato prossimo (14 marzo) saranno annullati 26 voli (52 calcolando andata e ritorno). Numeri importanti, anche perchè si aggiungono alle cancellazioni già annunciate, quelle di Alitalia e Air Malta in primis.

Secondo i dati diffusi proprio stamani da Gesap, società di gestione dello scalo, nei primi dieci giorni di marzo c'è stata una contrazione del 50 per cento del numero di passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2019. La società ha infatti varato un piano straordinario che servirà a ridurre i costi di gestione, per tentare di mitigare in parte i danni economici causati dal crollo del traffico aereo di queste ultime settimane. Si punta principalmente alla razionalizzazione dell’efficienza energetica e alla rimodulazione delle operazione nel terminal, a partire dalla concentrazione e dall’accorpamento dei banchi check-in e dei gate partenze e arrivi. La società ha previsto anche la pianificazione dell’apertura dei varchi dedicati ai controlli di sicurezza e una serie di azioni che riguardano il personale, come lo smaltimento delle ferie residue, che i dipendenti dovranno fruire proprio in questo periodo, e il blocco delle prestazioni straordinarie. in aggiunta, per venire incontro ai lavoratori, l’azienda ha varato un programma di lavoro a distanza (smart working).

"In questo clima surreale - dice Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap - è stato necessario varare un piano straordinario per il contenimento dei costi, augurandoci di superare rapidamente questo periodo e riprendere le attività con più forza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento