Tamponi in modalità drive in alla Fiera: scatta il countdown per lo screening di massa

Entro la settimana dovrebbe partire la campagna annunciata dalla Regione. Il commissario per l'emergenza Covid spinge il piede sull'acceleratore per avere la disponibilità dell'area, che sarà allestita da Comune e Asp. Orlando: "Mai come oggi è fondamentale la collaborazione fra istituzioni"

Tamponi in modalità drive in alla Fiera del Mediterraneo: questa l'area individuata a Palermo per effettuare lo screening di massa annunciato dalla Regione. Dall'Asp confermano che si tratta "un'ipotesi che si sta valutando". Sarebbe questione di giorni, visto che già stamattina l'Asp - assieme al Comune (presenti l'assessore Piampiano e il dirigente del Suap Galatioto) e al commissario per la gestione dell'emergenza Covid Renato Costa - hanno fatto un primo sopralluogo.

Il drive in per i tamponi rapidi e i test sierologici per i positivi dovrebbe essere allestito a stretto giro, per poter partire entro la fine di questa settimana. Il commissario Costa spinge il piede sull'acceleratore: oggi ha scritto al Comune chiedendo la disponibilità dell'area già da giovedì. Insomma, il countdown è già scattato. Entro mercoledì il Comune, avvelendosi del Coime, procederà alla verifica degli impianti sanitari e idrici dei servizi igienici presenti alla Fiera. Dopodiché l'Asp completerà l'allestimento con altri piccoli interventi.

Coronavirus, il bollettino di oggi

L'Asp, che sin dall'inizio dell'emergenza Coronavirus effettua tamponi in modalità drive in alla Casa del Sole e alla Guadagna - dove ci sono le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) - nonché nei centri della provincia che sono sede di distretto sanitario, utilizzerà analogo sistema nei paesi in cui si sono registrati dei focoloai, come ad esempio Torretta.

Tornando alla Fiera del Mediterraneo, dovrebbero esserci due percorsi separati ma paralleli per chi vuole fare il tampone restando nella sua auto: l'ingresso è previsto nella parte bassa (lato piazza Cascino, via Montepellegrino) e l'uscita nella zona alta (lato via Sadat). Non saranno utilizzati i padiglioni. Dalla Fiera alle scuole: anche negli istituti cittadini, come promesso dal governo regionale, verranno programmati degli screening di massa. Mercoledì è fissata una riunione per mettere a punto tutte le attività. 

"Abbiamo immediatamente accolto la richiesta del commissario Costa - afferma il sindaco Leoluca Orlando - perché mai come oggi è fondamentale che ci sia la massima collaborazione fra le istituzioni, unita ad una veloce soluzione dei problemi. Ci auguriamo che questa attività di screening diventi uno strumento utile per rallentare la diffusione del virus aiutando così il nostro sistema sanitario, messo in questi giorni a durissima prova".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento