menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento della ditta Tecnoservice Sicilia

L'intervento della ditta Tecnoservice Sicilia

Coronavirus, niente soldi ma sorrisi: la ditta che fa riparazioni gratis a chi ne ha bisogno

L’idea di Oscar Sconziano e del socio Piero Papa. L’uno l’anima commerciale, l’altro quella tecnica della Tecnoservice Sicilia. Già 30 gli interventi effettuati: "Pensare che qualcuno fosse costretto in casa al buio o con l'acqua fredda ci faceva soffrire"

Da piccoli lavoretti di manutenzione, come la sostituzione di rubinetti o di cassette di scarico, alla gestione di problemi più complessi, come l’intervento su alcune prese elettriche ko o il cambio di un contatore d’acqua. Il tutto gratis. In questo momento in cui la pandemia legata al Coronavirus impendisce persino di uscire da casa per andare a lavorare, moltissime famiglie si sono ritrovare a fare i conti con entrate incerte e problemi di vita quotidiana magari trascurati nel tempo. Così la ditta Tecnoservice Sicilia ha pensato di regalare piccoli interventi idraulici ed elettrici a tutti quei palermitani con difficoltà economiche.

L’idea è messa in campo da Oscar Sconziano, 35enne di Campobasso, e dal socio palermitano Piero Papa, poco più giovane. L’uno l’anima commerciale, l’altro quella tecnica, insieme hanno pensato che questa quarantena potesse essere resa più dolce da un atto di gentilezza inaspettato. “Tutti i palermitani sono obbligati, per adesso, a restare a casa e passare queste giornate nel migliore dei modi, godendo di tutti i comfort che un’abitazione sa dare, non è scontato - raccontano a PalermoToday -. Spesso quei piccoli disagi giornalieri vengono trascurati nel tempo. E noi abbiamo pensato che questo potesse essere il momento giusto per intervenire”.

Ventuno dipendenti ad oggi, l’azienda fondata nel 2018 ha effettuato oltre 30 interventi in appena una settimana. A chiamare sono state persone non abbienti, vecchiette senza acqua calda in casa, famiglie con prese elettriche guaste e senza salvavita. Dalla Zisa alla Noce passando per Passo di Rigano e Altarello. “La maggior parte della gente che ci ha contattato aveva davvero bisogno - prosegue Oscar Sconziano -. Certo, c’è stato anche qualche furbetto che, rendendosene conto, ha poi pagato l’intervento. Di contro, però, sono rimasto molto colpito da una signora. Aveva il rubinetto dell'unico bagno di casa guasto da anni. Lo abbiamo sostituito in mezz’ora. Era felice e non sapeva come ringraziarci. Questo sì che mi ha commosso”.

Il sorriso nel volto di quella anziana così vale più del denaro e, addirittura, non ha prezzo. “Si è offerta di dare una piccola mancia, nonostante non potesse, pur di ringraziarci si è sforzata di lasciare qualcosina all’idraulico che è andato a casa sua - spiega ancora -. Stessa cosa è avvenuta ad alcuni elettricisti per altri interventi. Alcuni di questi lavori, nei periodi in cui il Coronavirus non era neppure tra i nostri pensieri, sarebbero arrivati a costare fino a 300 euro. L’iniziativa nasce proprio perché, mentre normalmente non si ha mai il tempo per riflettere sul valore di quello che abbiamo, pensare a chi restava a casa per forza, magari al buio o con l’acqua fredda, mi faceva soffrire”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento