menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tute, mascherine e termoscanner: per Ksm nuovi dispositivi di sicurezza contro il Coronavirus

Le guardie particolari giurate sono impegnate in aeroporti, stazioni e porti siciliani al fianco delle forze di polizia con nuovi equipaggiamenti. Maggiore dispiegamento di uomini sullo Stretto di Messina. Il generale Milillo: "In campo per garantire adeguati controlli"

Nuovi dispositivi di sicurezza per le guardie particolari giurate della Ksm, in servizio al fianco delle forze di polizia per "combattere" il Coronavirus. Adesso indossano tuta, mascherina, occhiali e sono impegnati - per garantire la sicurezza dei cittadini - negli aeroporti, nelle stazioni e nei porti siciliani. Dotati di termoscanner, controllano la temperatura corporea delle persone in transito, oltre che la regolarità degli spostamenti. 

Alla stazione di Messina - riferisce la Ksm - in questi giorni il lavoro si è fatto più intenso e richiede un maggiore dispiegamento di uomini, per via del continuo afflusso di viaggiatori in transito provenienti da Villa San Giovanni. "Le nostre guardie sanno bene cosa significa valore, coraggio e impegno - commenta con orgoglio il generale Fausto Milillo, presidente della Ksm, società del gruppo Basile -. Io sono fiero di loro e dell’intera struttura operativa e di direzione Ksm security che anche oggi è impegnata in prima linea, al fianco delle forze di polizia, per garantire sicurezza e adeguati controlli. Il Coronavirus si combatte così, anche con quella serietà ed elevata professionalità che in questo caso dimostrano le nostre donne e i nostri uomini. Non un passo indietro anzi, sempre avanti oltre l’ostacolo".

"Essere a capo di un istituto come Ksm - conclude Milillo - è per me oggi, come sempre, un onore e un piacere  Lavorare con uomini e donne di grande valore non è da tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento