Virus, Sicilia in vetta per numero di ricoveri in Terapia intensiva ma penultima per tamponi

Il dato emerge dal report dell'ufficio Statistica del Comune per la settimana 2-8 novembre. Il sindaco Leoluca Orlando alla Regione: "Chiarisca quale è la reale situazione dei posti letto nei nostri ospedali. Basta balletti di cifre sulla pelle degli italiani"

Penultima tra le regioni d'Italia per il numero dei tamponi anti Covid effettuati, ma prima per occupazione di posti letto in Terapia intensiva. Ecco la Sicilia alle prese con la pandemia, nella settimana 2-8 novembre, secondo il report dell'ufficio Statistica del Comune. 

"In Italia nella settimana dal 2 all’8 novembre si sono registrati 225.769 nuovi positivi, in aumento del 23% rispetto ai 183.553 della settimana precedente; nello stesso periodo in Sicilia si sono registrati 8,418 nuovi positivi, con un incremento del 41,3% rispetto alla settimana precedente - si legge -. In Sicilia, in rapporto alla popolazione residente, sono stati effettuati dall’inizio dei controlli 15157,6 tamponi per 100 mila abitanti. Il dato medio nazionale è pari a 28840,3. Il maggior numero di tamponi per 100 mila abitanti è stato effettuato nelle regioni del Nord-est: Provincia autonoma di Trento 56923,1 tamponi ogni 100 mila abitanti, Veneto 49891,0, Provincia autonoma di Bolzano 48169,8, Friuli Venezia Giulia 47947,5. Il minor numero di tamponi è stato invece effettuato nelle regioni meridionali, meno colpite - nella fase iniziale della pandemia - dalla diffusione del Covid-19: sotto i 16 mila tamponi per 100 mila abitanti troviamo la Calabria (15532,5), la Puglia (15177,6) e la Sicilia (15157,6)".

I tamponi

Secondo il report "in Sicilia sono stati effettuati 59772 tamponi, il numero più elevato dall’inizio dei controlli, con un incremento del 17,3% rispetto alla settimana precedente. In rapporto alla popolazione residente sono stati effettuati 1203,0 tamponi ogni 100 mila abitanti. Il dato medio nazionale è pari a 2335,1 tamponi ogni 100 mila abitanti. Il maggior numero di tamponi per 100 mila abitanti è stato effettuato in in P.A. di Bolzano (3784,6), nel Lazio (3168,1), in P.A. di Trento (3165,8) e in Umbria (3146,1). Il minor numero di tamponi è stato effettuato in Calabria (1096,8 ogni 100 mila abitanti), Puglia (1129,8) e Sicilia (1203,0)".

tamponi-8-3

Secondo l'elaborazione del Comune "la Sicilia è, in rapporto alla popolazione residente, la seconda regione con il minor numero di tamponi positivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 629,4 ogni 100 mila abitanti, preceduta dalla Calabria con 387,9. Il dato medio nazionale è pari a 1552,2 positivi ogni 100 mila abitanti, e nelle regioni più colpite si superano i 2000 positivi ogni 100 mila abitanti: Valle d'Aosta 3294,8; Lombardia 2580,7; P.A. di Bolzano 2466,9". 

I nuovi casi 

Nella settimana dal 2 all’8 novembre, in Sicilia si sono registrati 169,43 nuovi positivi ogni 100 mila abitanti. Il valore medio nazionale è pari a 374,75. I valori più bassi si sono registrati in Calabria (111,97), Sardegna (149,10) e Puglia (159,64), mentre i valori più elevati si sono registrati in P.A. di Bolzano (791,23), Valle d’Aosta (605,57) e Piemonte (578,60).

Gli attuali positivi (al netto cioè dei guariti e dei deceduti) in Sicilia sono pari a 432,1 ogni 100 mila abitanti. La media nazionale è pari a 927,3, e le regioni con i valori più elevati sono la Valle d’Aosta con 1730,7, la P.A. di Bolzano con 1501,1 e la Lombardia con 1310,5, mentre le regioni con i valori più bassi sono la Calabria con 260,8, la la Puglia con 428,8 e la Sicilia con 432,1.

La mortalità

La Sicilia è la terza regione con il minor numero di deceduti per 100 mila abitanti: 13,6 (meglio la Calabria con 7,3 e la Basilicata con 11,5). In questo caso il dato medio nazionale è pari a 68,7 deceduti ogni 100 mila abitanti, e nelle regioni più colpite si superano i 100 deceduti ogni 100 mila abitanti: Lombardia 181,5, Valle d’Aosta 163,3, Liguria 124,2. 

Le guarigioni

Nell’ultima settimana, a causa dell’aumento dei casi positivi, la percentuale di guariti/dimessi sul totale dei positivi è diminuita un po’ ovunque. In Sicilia è passata dal 35,7% al 29,2%, quarto valore più basso fra tutte le regioni e province autonome dopo Campania (18,9%), Lazio (19,8%) e Basilicata (22,8%). La media nazionale è pari a 35,8 guariti/dimessi per 100 positivi, e il valore più elevato si registra nella P.A. di Trento con il 70,4% dei positivi già guariti o dimessi, seguita dalla Liguria con il 60,7%.

La situazione negli ospedali

In Sicilia i ricoverati sono il 6,6% degli attuali positivi. Il valore medio nazionale è pari al 5,2%. I valori più elevati si registrano in Liguria (11,4%), P.A. di Trento (10,0%) e Piemonte (8,6%). I valori più bassi si registrano in Molise (2,8%) e Campania (2,9%). I ricoverati in terapia intensiva sono lo 0,82% degli attuali positivi. Il valore medio nazionale è pari allo 0,49%. Il valore della Sicilia è il più elevato fra tutte le regioni e P.A., seguito dalla P.A. di Trento con lo 0,73% e dalla Puglia con lo 0,72%. I valori più bassi si registrano in Campania (0,27%) e Calabria (0,32%). 

ricoverati-3

ricoverati intensiva-2

"Il sempre efficiente ufficio statistica del Comune - commenta il sindaco Leoluca Orlando - ha elaborato i dati del dipartimento di Protezione Civile sull'andamento della pandemia in tutta Italia. Dati interessanti per capire cosa succede in Sicilia, anche se ribadisco che è assolutamente indispensabile che la Regione Siciliana chiarisca quale è la reale situazione dei posti letto nei nostri ospedali. Basta balletti di cifre sulla pelle degli italiani". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento