Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, in Sicilia 553 nuovi casi accertati in 24 ore: solo 11 a Palermo e provincia

Il ministero della Salute attesta l'aumento dei tamponi processati, oltre ventimila, e del tasso di positività che arriva al 2,7%. C'è però anche una diminuzione dei ricoveri in ospedale. Altri 776 pazienti sono stati dichiarati guariti

Risale il numero dei contagi Covid accertati in Sicilia in 24 ore. I nuovi positivi sono, secondo il bollettino del ministero della Salute, 553 (ieri 227)  a fronte di 20.351 tamponi (8.979 molecolari e 11.372 rapidi). La positività cresce dall'1,8% al 2,7%.

I ricoverati con sintomi Covid nei reparti ordinari sono 526 (ieri 543), mentre 70 pazienti (ieri 72) sono in terapia intensiva (con due nuovi ingressi) per un totale di 526 ospedalizzati (ieri 615). In isolamento domiciliare ci sono 16.001 persone (in calo rispetto alle 16.218 di ieri). Il totale degli attuali positivi è di 16.597 (ieri 16.883).

Ben 776 pazienti sono stati dichiarati guariti, arrivando a 273.900 da inizio pandemia. Le vittime complessive sono invece 6.805. Tredici quelle riportate nel bollettino odierno ma dalla Regione si precisa che: tre sono riconducibili al 26 settembre, cinque al 25, 3 al 24, una al 23 e una al 22.  
 
La divisione dei nuovi casi nel territorio. A Palermo e provincia se ne registrano solamente 11. Catania tocca invece quota 306, Messina 100. Ci sono poi Trapani con 38, Enna 31, Siracusa 25, Ragusa 19, Agrigento 18 e Caltanissetta 5. 

Nuove regole per stadi, cinema e teatri

In arrivo nuove regole per stadi, cinema e teatri. Dal Cts arriva il via libera all'aumento della capienza per manifestazioni sportive e attività culturali: l'indicazione degli esperti è quella di stadi al 75%, mentre per teatri, cinema e sale concerti capienza al 100% se all’aperto e all'80% se al chiuso. 

"Ottima notizia - commenta all'Adnkronos Pamela Villoresi, direttrice del Teatro Biondo -.  I teatri sono i luoghi più sicuri. Sanifichiamo tutti gli ambienti, dopo ogni spettacolo, abbiamo gli scanner e facciamo entrare solo chi ha il green pass. Facciamo insomma quello che non accade negli autobus, nelle metro, nei grandi magazzini, sugli aerei. La decisione del Cts ci facilita la vita. Era punitivo per le sale piccole, ed infatti molte di loro hanno chiuso. Sono convinta che il pubblico abbia, però, ancora bisogno di rassicurazioni. Abbiamo circa duemila abbonamenti, ma ne avevamo 5mila e 500. Siamo a metà strada sulla campagna. Restiamo fiduciosi".

"I Parchi archeologici e i musei della Sicilia sono luoghi salubri nei quali è possibile effettuare le visite in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anti-Covid. Non possiamo far altro che accogliere favorevolmente, quindi, questa decisione che ci fa ritornare a condizioni di una quasi normalità", interviene l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà. "Lo avevamo già sostenuto in passato, pur adeguandoci alle decisioni imposte a livello centrale - aggiunge Samonà -. I nostri musei sono sempre stati sicuri, il personale informato e tutti i dispositivi attivati per gestire l'organizzazione dei flussi e favorire il distanziamento interpersonale richiesto".(L'articolo completo)

La campagna vaccinale

Vaccino “sotto casa”: si aggiungono altri 8 appuntamenti all’agenda del commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa. I nuovi "VaccinInQuartiere" serviranno a raggiungere zone del capoluogo regionale non ancora coperte dalla campagna di immunizzazione di prossimità. Previsti anche ritorni in aree già raggiunte dalle squadre di medici e infermieri della struttura commissariale, per effettuare prime e seconde dosi. 

Ecco il calendario: 
- giovedì 30 settembre: Zen, Laboratorio Zen Insieme, via Costante Girardengo 18/20, dalle 10 alle 18;
- domenica 3 ottobre: Brancaccio, Centro sportivo del Centro di accoglienza Padre Nostro, via San Ciro 23, dalle 10 alle 18;
- lunedì 4 ottobre: Ballarò, ristorante “Cotto e bollito”, via Giovanni Grasso 13, dalle 10 alle 18;
- mercoledì 6 ottobre: Cep/Cruillas, Centro San Giovanni Apostolo, via Barisano da Trani 1, dalle 10 alle 18; 
- giovedì 7 ottobre: Vergine Maria, pizzeria Mistral, via Bordonaro, dalle 9 alle 14; 
- giovedì 7 ottobre: Zen, Camera del Lavoro, via Gino Zappa 124, dalle 10 alle 18;  
- mercoledì 13 ottobre: Sperone, palestra Valentino Renda, via XXVII maggio 26, dalle 10 alle 18;
- sabato 16 ottobre: Zisa, locali della Parrocchia Madonna di Lourdes, via Cardinale Tomasi 18, dalle 10 alle 18.

Gli eventi sono aperti a tutta la popolazione dai 12 anni (compiuti) in su. Si effettueranno prime o seconde dosi. Basta portare con se la tessera sanitaria e un documento di identità. La prenotazione non è obbligatoria, ma fortemente consigliata per arrivare con i moduli già compilati e sveltire la procedura. Ci si può prenotare dalla piattaforma online della Fiera del Mediterraneo scegliendo la tappa. In alternativa per prenotarsi si può contattare l’help desk della Fiera del Mediterraneo (chiamate o messaggi Whatsapp) al numero 3312675839. 

Al momento sono circa 15 mila i vaccini di prossimità eseguiti dalla struttura commissariale nel suo tour per la città e la provincia tra luglio e settembre. In questi giorni, inoltre, hanno preso il via le somministrazioni di dosi addizionali - meglio note come “terze dosi” - in alcuni centri dialisi e in altre strutture sanitarie della città, per gli utenti che appartengono alle categorie prioritarie indicate dal ministero della Salute (dializzati, persone che hanno subìto un trapianto, con gravi immunodeficienze ecc.). Un’iniziativa che consentirà di mettere al sicuro soprattutto le fasce più fragili. 

Zona arancione

Il Comune di Francofonte, in provincia di Siracusa, continua a rimanere l’unica “zona arancione” in Sicilia. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato, infatti, un’ordinanza che conferma - così come richiesto dal dipartimento regionale Asoe - le misure restrittive antiCovid fino a mercoledì 6 ottobre

La situazione in Italia

Il bollettino del ministero della Salute di oggi, martedì 28 settembre 2021, fa registrare in Italia  2.985 nuovi casi su 338.425 tamponi (antigenici e molecolari) e 65 decessi. La buona notizia è che dopo il lieve aumento di ieri tornano a scendere i pazienti ricoverati. Nei reparti ordinari si contano 69 pazienti in meno per un totale di 3.418 posti letto occupati. Nelle terapie intensive i pazienti Covid sono 459 (-29). Gli ingressi del giorno nei reparti di area critica sono stati 19. Scendono anche gli attualmente positivi , -2.208. Per quanto riguarda i contagi il trend è ancora in calo. Tra lunedì e martedì sono stati accertati  4.757 casi contro i 5.784 della scorsa settimana.

  • Nuovi casi 2.985 (ieri 1.772)
  • Totale casi: 4.665.049
  • Tamponi (antigenici e molecolari): 338.425
  • Attualmente positivi: -2.208, totale 98.872
  • Ricoverati con sintomi: -69, totale 3.418
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: -29, totale 459
  • Ingressi in terapia intensiva: 19
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 65
  • Totale deceduti: 130.807
  • Dimessi/Guariti: +5.105, totale 4.435.370  

I casi Covid regione per regione (fonte Today.it)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia 553 nuovi casi accertati in 24 ore: solo 11 a Palermo e provincia

PalermoToday è in caricamento