menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, al palo i corsi per operatori socio sanitari: "Le lezioni riprendano online"

Da quando è scoppiata l'emergenza Covid, i percorsi formativi sono stati interrotti. La denuncia di un corsista: "Da due mesi siamo fermi e abbiamo già perso occasioni importanti, avremmo potuto dare il nostro contributo negli ospedali"

Lo scorso 4 marzo hanno dovuto interrompere il loro percorso di formazione per diventare Oss (Operatori socio sanitari) a causa dell'emergenza Coronavirus. A distanza di oltre due mesi però i corsi non sono ripartiti. Neanche in modalità online. E vane sono state le lettere di un gruppo di corsisti indirizzate tra gli altri agli assessorati regionali alla Salute e Formazione professionale.

"Con la qualifica di Oss, in questo particolare momento di emergenza sanitaria, avremmo potuto lavorare negli ospedali e dare il nostro contributo nella lotta al Covid" dice a PalermoToday Giuseppe Alessi, operatore socio-assistenziale (Osa), che punta ad ottenere la qualifica di Oss. "E invece - aggiunge il portavoce dei corsisti - siamo tutti fermi. Stiamo parlando di centinaia e centinaia di persone. Abbiamo quasi completato la parte teorica del corso, iniziato a novembre 2019, e dobbiamo fare ancora quella pratica. La facoltà di Medicina si è organizzata con le lezioni online, perché non potremmo farlo pure noi aspiranti Oss?". 

Il blocco dell'attività degli enti di formazione ha letteralmente tarpato le ali ai corsisti. "Abbiamo già perso occasioni importanti, come ad esempio la ricerca di personale in ambito sanitario da parte della Protezione civile" afferma Alessi, che sottolinea anche un altro aspetto: "I corsi ai quali siamo iscritti sono a pagamento, il mio costa 1.800 euro. Soldi già parzialmente pagati. Tanti colleghi corsisti che come me sono rimasti bloccati nei loro studi senza alcuna possibilità di completarli. Alcuni con un solo giorno di tirocinio, altri a pochi giorni dal tirocinio. Mentre tutte le scuole a tutti i livelli avanzano con lezioni online e simulazioni, noi ci ritrovamo fermi senza alcuna proposta né possibilità di avanzamento. Vogliamo anche noi che le lezioni riprendano online".

Alessi lancia infine un appello: "In un momento come questo dove investire sulla sanità e sulla formazione a essa legata è fondamentale per fronteggiare le sfide sanitarie presenti e future, noi chiediamo di terminare il nostro percorso di studi. Siamo aperti a tutte le possibilità che ci permettano di raggiungere il completamento della riqualifica in Oss. E' la nostra vocazione, la nostra scelta di vita e aspiriamo a fare parte di questa categoria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento