Cooperative siciliane: "Governo regionale renda rapida e certa la tracciabilità dei tamponi"

L'appello porta la firma di Michele Cappadona (Agci), Gaetano Mancini (Confcooperative), Filippo Parrino (Legacoop), Pasquale Amico (Unci) e Felice Coppolino  (Unicoop)

"E’ indispensabile che sia attivata con urgenza una procedura certa e rigorosa sulla tracciabilità delle analisi relative ai tamponi per positività da coronavirus". L'appello porta la firma di Michele Cappadona (Agci Sicilia), Gaetano Mancini (Confcooperative Sicilia), Filippo Parrino (Legacoop Sicilia), Pasquale Amico (Unci Sicilia) e Felice Coppolino  (Unicoop Sicilia).

"L’ esigenza - dicono in coro - nasce da una situazione di difficoltà oggettiva: alcuni familiari di operatori di cooperative che gestiscono strutture residenziali per minori, anziani e disabili sono stati sottoposti a tampone e, in attesa del risultato, si trovano in isolamento fiduciario insieme ai familiari. Pur essendosi ripetutamente rivolte alle Autorità civili e sanitarie competenti, dopo oltre 12 giorni queste persone non sono ancora riuscite ad ottenere l’esito, con il gravissimo risultato di peggiorare la vita, anche lavorativa, delle strutture sociosanitarie ove prestano servizio, data la carenza di personale esperto e difficoltà di turnazione in strutture essenziali. Inoltre, esiste un rischio sanitario concreto, in quanto, fino a prova contraria, c’è la possibilità che abbiano a loro volta infettato tutti coloro con cui sono stati in contatto e che dovrebbero essere identificati".

"Non va sottovalutato il fatto che – aggiungono i rappresentanti delle Centrali cooperative - ogni ulteriore caso di isolamento fiduciario o quarantena può comportare l’astensione da attività essenziali, con pregiudizio delle stesse,  e condurre perfino a danni di carattere erariale, quindi di eventuale rilievo penale. Sollecitiamo quindi il  Presidente della Regione e  gli Assessori alla Salute e alla Famiglia  a rendere rapida la procedura di tracciabilità dei tamponi,  garantendo anche l’istituzione di un contact-center che assicuri una risposta immediata e certa, via telefono, chat o email, sullo stato di avanzamento di ciascuna analisi sanitaria in corso relativa all’emergenza Covid-19".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento