menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, intensificati i controlli: in un giorno fermate 1.800 persone, scattano 300 denunce

Gli interventi dei carabinieri a Palermo. Tra le giustificazioni fornite agli uomini dell'Arma le scuse più originali: c'è chi non ha resistito a un bagno nel mare di Mondello, chi invece a una bella partita a calcetto in strada

Cresce a Palermo e provincia il numero di persone denunciate per inosservanza delle prescrizioni governative volte a contenere il contagio del Coronavirus. Nella sola giornata di ieri i carabinieri hanno controllato 1.800 persone e per 300 è scattata la denuncia. Appena giovedì scorso i militari avevano denunciato 250 persone, mentre mercoledì i denunciati erano stati 200. Un trend in aumento che si è mantenuto per l'intera settimana.

Tra le giustificazioni fornite agli uomini dell'Arma le scuse più originali: c'è chi ha spiegato di avvertire il bisogno impellente di andare a trovare la propria donna dall'altra parte della città, chi non ha resistito a un bagno nel mare di Mondello, chi a una bella partita a calcetto in strada e chi in via Malaspina, davanti il carcere per minorenni, ha deciso di far esplodere dei fuochi d'artificio per festeggiare il compleanno del figlio detenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento