Carte d'identità, pass e tributi: le "milleproroghe" del Comune, ecco tutte le nuove scadenze

A causa del Coronavirus, l'amministrazione ha dovuto spostare in avanti la validità dei documenti e il pagamento delle tasse. Stop al rilascio dei certificati presso gli uffici, ad eccezione - solo su appuntamento - di chi ha li smarriti

Documenti d'identità, tributi e pass auto: il Comune mette nero su bianco il suo "milleproroghe", posticipando una serie di scadenze a causa dell'emergenza Coronavirus. 

Carte d'identità e certificati

La validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e d'identità - con scadenza dal 31 gennaio 2020 in poi - è prorogata al 31 agosto 2020. Stop quindi al rilascio da parte degli uffici comunali di nuove carte d'identità elettroniche o cartacee. "E' altresì sospeso - si legge in una nota del Comune - il rilascio di certificati agli sportelli. I certificati anagrafici potranno essere richiesti con email alle caselle di posta elettronica certificazioni@comune.palermo.it oppure anagrafe@comune.palermo.it e saranno inviati agli utenti con lo stesso mezzo, dietro pagamento dei diritti con bonifico intestato alla tesoreria comunale".

Solo per casi di comprovata gravissima urgenza e necessità (ad esempio, in caso di furto o smarrimento dei documenti e mancanza di altri documenti che permettano l'identificazione della persona, e cioè patente o passaporto) si potrà procedere al rilascio del documento di identità, tramite accesso al salone di ricevimento pubblico dell'Anagrafe di viale Lazio. Il rilascio avverrà unicamente per appuntamento, telefonando ai numeri 091-7405231 e 091-7405227 o inviando una email ufficiocartedidentita@comune.palermo.it". Tutti gli altri certificati si possono richiedere online sul portale dei servizi https://servizionline.comune.palermo.it, previa registrazione o accedendo con un account Spid.

Tributi comunali

Per quanto attiene al pagamento dei tributi in scadenza, il Consiglio comunale ha deliberato la scorsa settimana lo spostamento al 31 maggio dell'acconto Tari. "In caso di oggettiva difficoltà economico-finanziaria, determinata dall’attuale emergenza sanitaria, dichiarata dal contribuente mediante richiesta da presentare - esclusivamente online attraverso uno specifico servizio che sarà reso disponibile, anche per utenti non registrati, sul “cassetto tributi” e sulla home page del sito istituzionale del Comune di Palermo - entro il 31 maggio, il termine per il versamento della prima rata della Tari è differito al 15 luglio" spiega il Comune, ricordando che - con la stessa delibera, "l'organo consiliare ha disposto il differimento al 31 maggio 2020 del termine per il versamento della seconda rata trimestrale della tassa di occupazione suolo pubblico (Tosap)". Anche per questo tributo ogni pagamento è prorogato al 15 luglio per chi è in difficoltà economica.

Non verranno applicate sanzioni ed interessi ai ritardati versamenti della seconda rata trimestrale dell'imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni (Icp), scaduta il 31 marzo 2020, purché la stessa risulti versata entro il 31 maggio 2020. Decisa anche la proroga al 31 maggio 2020 delle rate relative alle rateizzazioni degli avvisi di accertamento dei tributi comunali in scadenza il 30 aprile 2020 disponendo, inoltre, che le successive rate vengano anch'esse prorogate di un mese rispetto alle scadenze previste nell’iniziale piano di rateizzazione.

Inoltre, con delibera del 30 aprile scorso, il Consiglio comunale ha deciso di differire al 30 settembre la scadenza - prevista per il 15 aprile  - dell'imposta di soggiorno (primo trimestre 2020).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ztl e pass auto

Prorogata fino al 18 maggio la validità dei contrassegni per i disabili, dei pass Ztl e zone blu. Per chi ha già pagato gli abbonamenti semestrali e annuali, ma a causa del lockdown non ha usufruito dei servizi (Ztl e zone bli sono ancora sospese), l'idea dell'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, come anticipato a PalermoToday "è comunque di prolungare le scadenze di due mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento