Coronavirus, aiuti alle famiglie: al Comune oltre 36 mila richieste per buoni spesa

Palazzo delle Aquile ha reso noto che, dopo il primo lotto di 15 mila istanze di cui si è conclusa l'analisi, è in corso la verifica di altre 21.104 domande. Orlando e Mattina: "Controlli meticolosi per evitare che le somme disponibili siano usate in modo improprio"

Sono oltre 36 mila, tra la prima e la seconda tranche, le richieste di aiuti alimentari arrivate al Comune in poche settimane. Palazzo delle Aquile ha reso noto che "dopo il primo lotto di 15 mila istanze, di cui si è conclusa l'analisi, è in corso la verifica di altre 21.104 domande". Di queste, dopo le prime scremature, sono 13.960 le pratiche candidate al beneficio economico che stanno facendo pervenire le autocertificazioni (poco meno di 7.800 quelle già pervenute). Tra queste, poco meno di 2900 sono giunte a completamento: lo stato dell'arte registra 2.133 istanze accolte e 760 escluse. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Prosegue senza intoppi ma con grande meticolosità - dicono il sindaco, Leoluca Orlando, e l'assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina - un lavoro che ormai da giorni coinvolge decine di dipendenti comunali e volontari delle associazioni, dei sindacati, delle parrocchie e della Protezione civile per rendere quanto più spedito possibile il controllo delle pratiche. Un controllo necessario per evitare che le somme disponibili siano usate in modo improprio, ma che deve essere veloce per garantire presto assistenza a chi ha i requisiti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento