menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vigili urbani durante i controlli

Vigili urbani durante i controlli

Coronavirus, da Codogno torna a Palermo: fermato e denunciato in zona viale Strasburgo

Nei guai un palermitano di 50 anni: agli agenti ha spiegato di essersi allontanato da casa per dare da mangiare ad un cane randagio della zona

Da Codogno a Palermo in pieno "uragano" Coronavirus. Un uomo di 50 anni è stato fermato nel tardo pomeriggio di oggi nella zona di viale Strasburgo da una pattuglia della polizia municipale impegnata a controllare il rispetto del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

"Incalzato dalle domande degli agenti e in seguito ai successivi controlli - hanno spiegato dagli uffici del comando dei vigili - è risultato che l'uomo, un cinquantenne domiciliato a Palermo, si era recato ad inizio di marzo in Lombardia, più esattamente a Codogno, in provincia di Lodi". Vale a dire il cuore del focolaio del Coronavirus. L'uomo era rientrato a Palermo lo scorso 9 marzo e avrebbe dovuto trovarsi quindi, come previsto dalle ordinanze del presidente della Regione, in stato di isolamento fiduciario fino al 23 marzo prossimo.

Agli agenti l'uomo ha spiegato di essersi allontanato da casa per dar da mangiare ad un cane randagio della zona. Il cinquantenne è stato accompagnato nella propria abitazione e denunciato per la violazione dell'articolo 650 del Codice penale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento