Coronavirus, anche la Città Metropolitana si adegua: niente visite a Palazzo Comitini

Nuove misure per limitare il contagio: niente visite turistiche e ingressi contingentati, sportello informazioni e Urp raggiungibili solo telefonicamente

Palazzo Comitini

Anche la Città metropolitana segue le indicazioni arrivate da Roma prima e da Regione e Comune poi per contrastare la diffusione del nuovo Coronavirus. Una circolare a firma del capo di gabinetto e del segretario generale dispone: la Chiusura di tutti gli impianti sportivi di proprietà delal Città metrpolitana e delle palestre annesse agli istituti scolastici e concesse in uso alle società sportive dilettantistiche per gli allenamenti; la sospensione delle visite turistiche di Palazzo Comitini, gli altri ingressi verranno contingentati in modo da garantire la distanza minima ed evitare l’assembramento di persone: lo sportello di informazione turistica di via Principe di Belmonte e l’Urp di Palazzo Comitini garantiranno il servizio telefonicamente e via email (i contatti sono reperibili sulla home page del sito dell'ente www.cittametropolitana.pa.it ).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È poi allo studio la modalità di svolgimento della prestazione lavorativa smart-working in relazione alle esigenze delle diverse direzioni.

Coronavirus, positiva insegnante di Capaci

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

  • Coronavirus, furia Musumeci in tv: "La Sicilia è chiusa, da noi per avere dei diritti bisogna gridare"

Torna su
PalermoToday è in caricamento