Covid, altri casi nelle scuole: alunni positivi nei licei Meli e Garibaldi e all'elementare Basile

Dopo i tre studenti contagiati i dirigenti scolastici si sono trovati costretti a rimodulare le lezioni tra didattica a distanza e in presenza, ed eseguire come da protocollo la sanificazione di classi, corridoi e bagni

La "agorà" del liceo classico Meli

Il virus s’insinua nelle scuole dal centro alla periferia, tra elementari e licei. A pochi giorni dall’inizio delle lezioni sono stati registrati altri casi di contagio che hanno colpito, in ordine, i licei classici Giovanni Meli di via Aldisio e Giuseppe Garibaldi di via Canonico Rotolo e il plesso Basile dell’istituto Rita Levi Montalcini, a Borgo Nuovo. Dopo i tre studenti risultati positivi, i dirigenti scolastici si sono trovati costretti a rimodulare le lezioni, tra didattica a distanza e in presenza, ed eseguire come da protocollo la sanificazione di classi, corridoi e bagni.

Un caso al Meli, i genitori: "Noi sappiamo 5, ma nessuno dice niente"

La preside Cinzia Citarrella del liceo Meli, raggiunta telefonicamente, ha preferito mantenere un profilo basso, limitandosi a dare garanzie sul rispetto delle procedure indicate dalle autorità sanitarie. "E' prevista la sanificazione degli ambienti frequentati dallo studente positivo - spiega a PalermoToday - nei 7 giorni precedenti mentre noi la facciamo ad ogni cambio turno. Tra l’altro abbiamo aule piene al 50%, perché quotidianamente mezza classe studia con la didattica a distanza e l’altra mezza in presenza. Ho pubblicato pochi giorni fa una circolare per tranquillizzare le famiglie e spiegare quali sono le regole".

Il caso di positività al Meli però non sarebbe uno solo. Secondo alcuni genitori infatti, tenuti aggiornati dai figli, ne sarebbero stati registrati in tutto 5 tra classi "ordinarie" e classi "Cambridge". "Mio figlio - spiega una mamma - l’ha scoperto tramite compagni. Sentendoci con altri genitori e rappresentanti ho saputo che la scuola ha contattato tutti i coordinatori delle classi e ha deciso di tenere al momento per sé la cosa". La dirigente scolastica infatti ha preferito la strada della massima riservatezza, limitandosi a predicare la calma e invitando studenti e genitori a non farsi travolgere da inutili allarmismi. "Se dovessimo chiudere la scuola - conclude la preside - non lo decideremmo noi ma l’Asp. E se fosse necessario non sarei certo io a oppormi".

Studente positivo al Garibaldi, scuola chiusa per due giorni

Un caso anche al liceo classico Garibaldi, dove la dirigente scolastica Maria Vodola ha deciso di tenere chiusi i cancelli. "Uno studente del liceo è risultato positivo al Covid-19 e per due giorni, lunedì e martedì, si tornerà alla didattica a distanza. 'I locali della sede centrale di via Canonico Rotolo e quelli della succursale di via Arimondi - si legge nel sito del liceo - resteranno chiusi per procedere alla sanificazione'". Intanto l’Asp, secondo i protocolli, ha iniziato a seguire i controlli e i tamponi. "La scuola non è chiusa per Covid - dice all’Ansa la dirigente Maria Vodola – Ho sospeso le attività didattiche in presenza per pulizia straordinaria in attesa di avere indicazioni dall’Asp che è competente a dire cosa fare. Non sono io che decido di chiudere anche se c’è un caso sospetto".

Basile, studente di quarta contagiato

L’ultimo caso è quello di uno studente di quarto anno della scuola elementare Basile. La comunicazione è arrivata direttamente dalla dirigente scolastica, Marina Venturella, con una nota pubblicata sul sito ufficiale (allegata in basso): "Si comunica ai genitori degli alunni delle classi 4A e 4BA che, causa del riscontro di un caso di Covid-19, a partire da lunedì 5 ottobre (oggi, ndr), tutti gli alunni sono posti in isolamento fiduciario. I genitori verranno contattati dall’Asp che spiegherà loro la procedura. I genitori degli alunni posti in isolamento fiduciario potranno continuare a fare la loro normale vita quotidiana".

L'avviso della scuola Rita Levi Montalcini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento