Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Libertà / Via Filippo Cordova

Il Coronavirus spaventa ancora Almaviva: un'operatrice del call center positiva

Gli accertamenti, ma anche la chiusura e la sanificazione dei locali di via Cordova, erano scattati nei giorni scorsi quando la donna ha detto di essere entrata in contatto con un familiare affetto dal virus. Convocato il Comitato paritetico Covid Almaviva

Quello che era solo un sospetto, ma per il quale nei giorni scorsi era scattata la chiusura in via precauzionale della sede di via Cordova del call center alAmaviva, è diventato una certezza: un'operatrice è positiva al Coronavirus. Gli accertamenti sono iniziati lo scorso 19 settembre, quando la donna ha detto di essere entrata in contatto con un familiare risultato affetto dal virus. Si è poi proceduto alla sanificazione dei locali e delle attrezzature.

Una volta arrivato l'esito dei controlli, l'azienda ha convocato d’urgenza il Comitato paritetico Covid Almaviva per comunicare l’esito del tampone. "L’azienda - spiegano i sindacati che rappresentano i lavoratori del call center - in costante contatto con l’Asp, attende istruzioni nelle prossime ore e procederà immediatamente a una comunicazione ai lavoratori".

Nell'open space di via Cordova torna così a salire la tensione. Già a marzo si era verificato un caso e in quell'occasione i dipendenti avevano chiaramente espresso tutta la propria paura in merito alle condizioni di lavoro e alle possibilità di contagio. Nei giorni scorsi invece un caso di Coronavirus si è registrato tra i lavoratori del call center Abramo della sede di viale Regione..

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus spaventa ancora Almaviva: un'operatrice del call center positiva

PalermoToday è in caricamento