rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Borgetto

Covid, scuole chiuse a Borgetto e Partinico: casi in aumento a Lercara e Misilmeri

Secondo le disposizioni nazionali nei primi due comuni, dichiarati zona rossa, i ragazzi fino alla prima media dovrebbero frequentare in presenza ma è arrivato lo stop di sindaco e commissari: "Paradossale fare muovere i ragazzi". Niente lezioni anche a Cinisi. A Lercara si valuta l'inasprimento delle misure

Scuole chiuse da oggi fino a venerdì (incluso) a Borgetto e Partinico. La decisione è stata ufficializzata ieri sera dal sindaco di Borgetto e dai commissari straordinari di Partinico. I due comuni sono "zona rossa" per l'aumento dei casi di Coronavirus dal 2 aprile e, secondo l'ultimo decreto del presidente del Consiglio Draghi, bambini e ragazzi che frequentano asili, elementari e prima media dovrebbero seguire le lezioni in presenza. La disposizione è stata "stoppata" dai vertici delle due amministrazioni.

luigi garofalo-3"Dal due aprile - spiega in un video su Facebook il sindaco di Borgetto, Luigi Garofalo - siamo in zona rossa e abbiamo dato per scontato che qui e a Partinico le scuole di ogni ordine e grado fosero chiuse. E' però successo un fatto grave. L'ordinanza del presidente della Regione chiarisce che le scuole fino alla prima media devono restare aperte come indicato dal decreto del Governo Draghi. Questo può essere giusto il linea di principio, ma non possiamo accettarlo. Il nostro territorio è flagellato e conosciamo la situazione per cui siamo stati costretti a chiedere la zona rossa. Dopo una lunga riunione con la commissione straordinaria di Partinico - prosegue - , ho deciso di chiudere le scuole. Ho chiesto una relazione alle autorità sanitarie. Siccome andiamo contro una disposizione di legge restano chiuse per questa settimana, in attesa di chiarire che in zona rossa le scuole devono restare chiuse. Evitiamo fatti paradossali".

Scuole chiuse a Borgetto e Partinico, ma non solo. Da oggi alunni a casa anche a Cinisi.  "I dati sul virus che arrivano - ha spiegato il sindaco Giangiacomo Palazzolo - sono pochi, framentati e comunque preoccupanti. Stando a quanto comunicato dal commissario per l'emergenza Covid negli ultimi cinque giorni abbiamo avuto 20 casi in più, che si aggiungono ai 49 che già avevamo, per un totale di 69 positivi. Dal confronto con i medici di base, emergerebbe una situazione più grave di quella che viene formalmente rappresentata. I casi sono certamente più di cento". Da qui la firma dell'ordinanza di chiusura delle scuole. 

La preoccupazione per il dilagare dei contagi accomuna più realtà del Palermitano. A Lercara il sindaco Luciano Marino ha annunciato che "il numero totale di positivi è salito a 31 dopo l’acquisizione degli ultimi referti di tamponi molecolari" e che "gli organi competenti della Regione, stanno valutando sulla base dei dati degli ultimi giorni, l’eventuale istituzione della zona rossa che può avvenire solo per ordinanza del presidente Musumeci". 

A Misilmeri il numero dei positivi è salito a 198 (dato aggiornato a ieri).  "L'incidenza dei nuovi positivi nella settimana dal 1 aprile al 6 aprile 2021 è di 55 persone", precisano dal Comune. E anche qui la zona rossa sembra avvicinarsi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, scuole chiuse a Borgetto e Partinico: casi in aumento a Lercara e Misilmeri

PalermoToday è in caricamento